ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"Dov'è la vittoria, le porga la chioma...": l'Italia tutta si stringe agli Azzurri

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
"Dov'è la vittoria, le porga la chioma...": l'Italia tutta si stringe agli Azzurri
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Londra-Roma, un rientro sulle ali della vittoria per gli azzurri di Mancini.

L'Italia campione d'Europa di calcio è arrivata all'aeroporto di Fiumicino alle 6:06. La festa è iniziata lì, sulle scalette dell'aereo: decine di operatori aeroportuali hanno atteso sotto il velivolo per tributare un applauso ai protagonisti di una delle più belle cavalcate sportive: una striscia di 34 partite vinte, che hanno portato l'Italia in vetta all'Europa.

I calciatori e lo staff sono stati prelevati direttamente sottobordo dell'aereo e sono saliti sul pullman che ha poi lasciato alle 6.30 lo scalo romano.

Capitan Chiellini è sceso per primo dal bus, corona alla testa, perché adesso - dopo la finale di Euro 2020 - i re di Roma sono almeno 8.

Una folla di tifosi erà lì, ad accogliere gli eroi di Wembley, che trascorrono qualche ora di riposo all'Hotel Parco dei Medici prima di una serie di appuntamenti ufficiali.

FABIO FRUSTACI/AFP or licensors
Il rientro azzurroFABIO FRUSTACI/AFP or licensors

Anche la Coppa riposa nella camera del capitano - secondo una tradizione lanciata da un altro grande azzurro, Fabio Cannavaro - e non è una metafora, viste le foto sui social.

A Wembley, il presidente Mattarella ha rappresentato l'Italia: una gioia composta, la sua, al termine della lotteria dei rigori contro l'Inghilterra. Prima di lui, negli annali, l'esultanza di Pertini alla Coppa del Mondo 1982 e di Carlo Azeglio Ciampi alla finale di Euro 2000.

Alle 17 squadra e staff saranno ricevuti al Quirinale dal presidente della Repubblica e alle 18.30 dal premier Mario Draghi a Palazzo Chigi.

Non è escluso che possa essere organizzata una festa con i tifosi in città, nel rispetto delle misure anti Covid.

Insieme alla Nazionale di calcio, sarà ricevuto al Quirinale anche il tennista Matteo Berrettini, arrivato in finale a Wimbledon contro Novak Djokovic, primo italiano nella storia del prestigioso torneo.

Berrettini ha assistito al match contro l'Inghilterra e, dopo la festa seguita ai rigori, è sceso in campo per festeggiare con la squadra e si è intrattenuto in particolare con Donnarumma, l'uomo che ha blindato la porta durante la lotteria dei rigori.

Il romano ha ricevuto l’invito del Presidente e affiancherà, quindi, i ragazzi di Roberto Mancini.