ULTIM'ORA
This content is not available in your region

È l'economia l'invitata d'onore del vertice UE-Usa

Di Euronews
euronews_icons_loading
È l'economia l'invitata d'onore del vertice UE-Usa
Diritti d'autore  KENZO TRIBOUILLARD/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Politica estera, ma anche tanta tanta economia. Sono stati i punti dsalienti dell'incontro fra i maggiorenti dell'Unione Europea Ursula von de Leyen, Charles Michel e il presisdente statunitense Joe Biden. Sul tappeto anche la fine di una disputa durata 17 anni sui sussidi agli aerei.

Le due parti hanno concordato di sospendere i dazi per cinque anni a partire dall'11 luglio. Un chiaro segnale che i rapporti stanno migliorando,

Ursula von de Leyen: "L'accordo che abbiamo trovato ora apre davvero un nuovo capitolo nel nostro rapporto perché passiamo dal contenzioso alla cooperazione sugli aerei e questo dopo quasi 20 anni di controversie. È la disputa commerciale più lunga nella storia dell'OMC".

È stato nell'ottobre 2019 che Washington ha imposto all'UE dazi per miliardi di dollari, in rappresaglia ai sussidi europei di Airbus. Un anno dopo, Bruxelles ha risposto allo stesso modo per i sussidi statunitensi concessi a Boeing.

I dazi su acciaio e alluminio sono invece ancora in vigore. I due giganti hanno però deciso di risolvere il problema entro pochi mesi.

È stato inoltre concordato un consiglio congiunto per il commercio e la tecnologia, che mira a combattere il crescente potere tecnologico della Cina.

Joe Biden non ha partecipato alla conferenza stampa, ma ha espresso la volontà di lavorare insieme per la ripresa dell'economia.

Joe Biden, presidente Usa: "La risposta migliore per affrontare queste sfide, è avere una circostanza in cui le nostre economie crescono e crescono insieme e crescono ancora in base ai valori stabiliti che ci hanno unito in primo luogo".

È stata inoltre sottolineata la difesa dei comuni valori democratici, soprattutto in vista dell'incontro di mercoledì tra il presidente Biden e il presidente russo Vladimir Putin.

Charles Michel, presidente del Consiglio d'Europa: "Con gli Stati Uniti e altri partner che la pensano allo stesso modo, è importante non solo reagire quando affrontiamo regimi autoritari che cercano di fare pressione su di noi, è importante avere una strategia proattiva per promuovere i nostri valori e difendere i nostri interessi".

La carovana del presidente Biden ha ormai lasciato Bruxelles lasciando da parte le tensioni dell'era Trump... anche se le differenze rimarranno.