This content is not available in your region

Morto il più anziano corazziere d'Italia, aveva 101 anni

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Biasin si è spento a Venezia, servi' anche Vittorio Emanuele III
Biasin si è spento a Venezia, servi' anche Vittorio Emanuele III

(ANSA) – VENEZIA, 24 APR – Si è spento a Venezia all’età di
101 anni Giulio Biasin, l’ultimo ‘corazziere del Re’. Biasin,
carabiniere con decenni di servizio al Quirinale, era stato
nominato nel 2019 dal presidente Mattarella Commendatore della
Repubblica. Onorificenza che aveva ricevuto, come ospite
speciale, durante la Festa dell’Arma nel comando provinciale
Carabinieri di San Zaccaria, a Venezia. L’anziano corazziere la
storia d’Italia l’aveva vissuta in prima persona. Era’ stato in
servizio al Quirinale dal 1939 al 1943 con Vittorio Emanuele
III, e con lo ‘Squadrone Carabinieri Guardie del Re’ aveva
visto sfilare davanti al suo picchetto papi, come Pio XII, e
teste coronate. Un corazziere tra le due guerre: Biasin era arrivato a Roma
dalla
sua Venezia ad appena 20 anni, e dopo l’Armistizio era entrato
per un breve periodo nelle formazioni partigiane,. Poi,
rientrato nell’Arma, aveva partecipato assieme a pochi
colleghi all’azione che portò a liberare dai tedeschi proprio la
caserma di San Zaccaria, Il 19 settembre 2019 il suo centesimo compleanno era stato
festeggiato con tutti gli onori dai Carabinieri del Comando
Provinciale a dall’Associazione Nazionale Carabinierii,
ricevendo anche una telefonata del generale Nistri, all’epoca
Comandante dell’Arma dei Carabinieri. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.