ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: Ordinanza Fedriga, Gorizia e Udine arancioni

Dal 6 al 21 marzo. Scuole:didattica digitale integrata da 8 a 20
Dal 6 al 21 marzo. Scuole:didattica digitale integrata da 8 a 20
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TRIESTE, 03 MAR – Dal 6 al 21 marzo, le ex Province
di Gorizia e Udine saranno in zona arancione e dall’8 al 20
marzo in regione le attività delle scuole secondarie di primo e
di secondo grado, statali e paritarie, e le istituzioni che
erogano percorsi di istruzione e formazione professionale,
saranno svolte con didattica digitale integrata. Attività in
presenza solo se necessario l’uso di laboratori non fruibili da
remoto o per mantenere l’inclusione scolastica degli alunni con
disabilità e con bisogni educativi speciali. Lo prevede
l’Ordinanza contingibile n. 5 emessa dal Presidente del Fvg
Massimiliano Fedriga, diffusa questa sera.
Analogamente, svolgeranno attività in presenza gli alunni delle
scuole secondarie di primo grado privi delle condizioni per
svolgere la didattica a distanza. Analogamente, si svolgerà a
distanza l’attività nelle università, nelle istituzioni di alta
formazione artistica musicale e coreutica; sarà possibile in
presenza se necessario l’uso di laboratori non fruibili da
remoto. I corsi per i medici in formazione specialistica o
specifica in medicina generale, attività di tirocinanti in
università e istituzioni di alta formazione artistica musicale e
coreutica possono proseguire, sentito il Comitato universitario
regionale di riferimento, laddove necessario, anche in modalità
in presenza. Inoltre, dal 6 al 21 marzo è consentita dalle ore
11.00 fino alla chiusura dell’esercizio l’attività di
somministrazione di alimenti e bevande esclusivamente con
consumazione da seduti sia all’interno che all’esterno dei
locali mantenendo la distanza minima interpersonale di un metro.
I servizi di ristorazione devono esporre all’ingresso un
cartello indicando il numero massimo di persone ammesse nel
locale. E’ vietata la consumazione di alimenti e bevande per
asporto nelle vicinanze dell’esercizio di vendita e, comunque,
in luoghi dove siano possibili assembramenti; è inoltre sempre
consentita e fortemente raccomandata la vendita con consegna di
alimenti e bevande a domicilio. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.