ULTIM'ORA
This content is not available in your region

ANSA-IL-PUNTO/COVID: Sardegna con Rt a 1.02, resterà gialla

Vaccini: Nieddu, "contiamo di arrivare al 40% entro oggi"
Vaccini: Nieddu, "contiamo di arrivare al 40% entro oggi"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 08 GEN – La Sardegna, nell’ultima
settimana, ha fatto registrare un valore dell’Rt puntuale di
1.02, ma da lunedì prossimo e fino al 15 gennaio dovrebbe
tornare in fascia gialla, com’era prima del lockdown di Natale.
E’ quanto risulta dai dati dell’ultimo monitoraggio del
Ministero della Salute e Iss. Le regioni con il valore dell’Rt
puntuale più alto sono la Lombardia e il Molise (entrambe a
1.27), seguite dalla Calabria (1.14). Il valore più basso,
invece, lo ha fatto registrare la Provincia autonoma di Bolzano
con 0.81. Intanto l’Isola sta recuperando sulla vaccinazione
anti-Covid. “Oggi contiamo di arrivare al 40% delle inoculazioni
sul totale”, ha annunciato l’assessore della Sanità Mario
Nieddu. Questa mattina la Sardegna era risalita dal penultimo al
quartultimo posto con 32,8% di dosi somministrate, pari a 6.463
rispetto alle 19.680 consegnate. Agli ultimi tre posti ci sono
Calabria, Lombardia e Provincia autonoma di Trento.
Per quanto riguarda i nuovi casi di positività, nell’ultimo
aggiornamento dell’Unità di crisi regionale ne sono stati
rilevati 243 (33.188 in totale dall’inizio dell’emergenza). Si
registrano anche 15 morti, 810 il numero complessivo. In totale
sono stati eseguiti 502.097 tamponi con un incremento di 2.752
test. Sale la pressione negli ospedali: 504 i pazienti
ricoverati in reparti non intensivi (+12), 50 (+2) quelli in
intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.511,
mentre i guariti toccano complessivamente quota 15.018 (+243). Lunedì 11 e martedì 12 gennaio a Tortolì e in altri 22 Comuni
dell’Ogliastra ci sarà la seconda fase dello screening “Sardi e
Sicuri” organizzato dalla Regione con la collaborazione di
Andrea Crisanti, microbiologo e ordinario dell’Università di
Padova. Nel contempo l’Ats, sotto il coordinamento del
commissario Massimo Temussi, sta approntando il calendario per
allargare i test ad altri territori dell’Isola con l’obiettivo
di spezzare in sei mesi la catena dei contagi individuando i
casi positivi. Sul tavolo c‘è l’ipotesi di proseguire con la
provincia di Nuoro, e magari affiancarne un’altra, probabilmente
il Medio Campidano. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.