ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Germania, la lotta in corsia contro il Covid e lo stress

Di Euronews
euronews_icons_loading
Germania, la lotta in corsia contro il Covid e lo stress
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sono quasi più letti e il personale sanitario rimane scarso. La stanchezza di chi lavora in corsia è palpabile. In Germania, è una realtà che Tobias Klöpper, consulente senior in terapia intensiva presso l'ospedale Caritas Berlin-Pankow, e il suo team, operativi a Berlino, conoscono fin troppo bene.

"Succede di pensare: si tratta solo di qualche altra settimana. Poi diventano sempre di più, le settimane - dice Klöpper - Hai questo alto livello di stress e pensi, bene, c'è qualcosa in vista, un obiettivo. Potrebbe migliorare di nuovo. Ma quello che abbiamo davvero imparato in quest'ultimo anno è che no, non finirà tutto così in fretta. E questa è la sfida: affrontare uno stress duraturo, che non ci aspettavamo davvero".

Terapie intensive sotto pressione

In tutta la Germania, il numero di pazienti Covid in terapia intensiva è al massimo da metà gennaio. Nel reparto di intensiva delCaritas Berlin-Pankow, la metà dei 12 letti disponibili è attualmente destinata alle terapie anti Covid.

Come per molte strutture sanitarie, la mancanza di personale è la sfida più grande.

Spiega Tobias Klöpper: "Quello che si vede spesso è la ventilazione meccanica in posizione prona dei pazienti critici. Ma c'è bisogno di un numero incredibile di personale per questo. Quando si girano le persone, non è così facile, con tutte le apparecchiature mediche che servono. E non si può dimenticare che oltre ai pazienti Covid, stiamo trattando anche tutti gli altri ".

Il numero crescente di pazienti Covid nei reparti di terapia intensiva significa però che le strutture hanno una minore capacità di accoglienza per le altre patologie.

Pazienti Covid: età media in calo

L'età media dei pazienti Covid in intensiva è scesa drasticamente. La maggior parte di loro ha ora un'età compresa tra i 40 e i 60 anni. Le persone più giovani spesso affrontano una lotta più lunga - e quindi necessitano di una maggiore permanenza in reparto, aggiungendo ulteriore pressione.

All'ospedale Caritas Berlin-Pankow, il più giovane paziente Covid attualmente in cura ha solo 33 anni.

Il Bundesrat tedesco dovrebbe approvare un cambiamento nella legislazione per la gestione della crisi. Secondo la nuova linea, i Länder, gli Stati federati della Germania, saranno obbligati a tirare il cosiddetto "freno di emergenza" e imporre misure più severe nel caso in cui i casi di contagio dovessero superare una soglia stabilita.