This content is not available in your region

"Un percorso storico, ma anche un viaggio nell'Epiro moderno"

Di Apostolos Staikos
euronews_icons_loading
"Un percorso storico, ma anche un viaggio nell'Epiro moderno"
Diritti d'autore  euronews

Mentre sono in corso i lavori per restaurare gli antichi teatri della regione greca dell'Epiro e collegarli in un nuovo percorso turistico, abbiamo incontrato l'architetto George Smyris. "L'anima del progetto", come lo chiama la gente del posto, spera che questo nuovo percorso culturale metta in luce le antiche meraviglie della sua regione e aiuti l'economia locale.

​"I teatri sono collegati da una serie di itinerari - spiega l'architetto -. Il visitatore fa una lunga passeggiata nel passato della nostra regione, ma lungo il percorso scopre molti altri luoghi, gusta i prodotti locali e visita i negozi tradizionali. Tutto questo in un unico prodotto culturale, l''Itinerario culturale dei Teatri antichi', che non è solo un percorso storico, ma un viaggio nell'Epiro moderno".

​​Per quanto riguarda il restauro, prosegue Smyris, "Il lavoro viene svolto più o meno come nell'antichità. Diamo molta importanza ai nostri scultori, impariamo da loro e loro imparano da noi. Penso che abbiamo creato una nuova scuola tecnica, che fa parte della seconda fase del progetto: cioè creare una scuola di artigiani che nei prossimi decenni avranno le conoscenze necessarie per poter restaurare questi imponenti monumenti".

Per lui questo progetto è un modo di ridare vita ai teatri e all'intera regione: "Quando finalmente la pandemia sarà alle nostre spalle, sono sicuro che i teatri antichi si riempiranno di gente. Questo luogo, che in questo momento non ha visitatori, presto sarà affollato di studenti, ma anche di turisti con la voglia di vivere la cultura antica dell'Epiro. Io vivo a Giànnina, nell'Epiro, da molti anni, e considero questo progetto come un figlio. Può sembrare esagerato, forse un po' melodrammatico, eppure sento di essere riuscito a creare e sviluppare un progetto che contribuisce significativamente allo sviluppo dell'Epiro. Credo che questo progetto abbia segnato la mia vita".