ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lula da Silva si vaccina in aperta critica di Bolsonaro che accelera sui vaccini

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Lula da Silva si vaccina in aperta critica di Bolsonaro che accelera sui vaccini
Diritti d'autore  Andre Penner/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ex presidente del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, recentemente riabilitato dopo le condanne che lo avevano portato in carcere si è vaccinato contro il Covid-19 in evidente polemica contro l'attuale presidente in carica.

"Che la smetta di fare l'ignorante"

"Sono felice. Spero che questo vaccino dia il risultato che sogno e che il popolo brasiliano sogna, perché tutto ciò che la gente vuole è essere vaccinata contro questo mostro chiamato coronavirus, e che il presidente della Repubblica la smetta di fare l'ignorante": ha dichiarato Lula.

Lula riabilitato ma sotto attacco della destra

Il giudice della Corte suprema brasiliana Edson Fachin aveva respinto il ricorso presentato dalla procura generale contro la decisione che ha annullato le condanne inflitte all'ex presidente. Lula peraltro si era sempre dichiarato innocente e ha accusato l'ex giudice Moro e il pool della Lava Jato di "persecuzione politica". Dopo la condanna di Lula, che gli impedì di candidarsi alle elezioni del 2018, vinte dall'attuale presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, Moro accettò l'incarico di ministro della Giustizia.

Il Brasile verso i 300.000 morti da covid

Mentre il Brasile sconta più di 11 milioni di casi di coronavirus e viaggia verso i 300 mila decessi il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro sta cercando di liberarsi della sua immagine di "negazionista del coronavirus". Dopo averlo lungamente qualificato come una piccola influenza e aver chiesto ai brasiliani di "smetterla di lamentarsi" per le morti a causa del virus Bolsonaro ha cominciato a indossare in pubblico le mascherine e ha firmato tre nuove misure volte ad accelerare l'acquisto di vaccini.