ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sorprese ai Golden Globe 2021. L'attore Tahar Rahim è la grande rivelazione tra le nomination

Sorprese ai Golden Globe 2021. L'attore Tahar Rahim è la grande rivelazione tra le nomination
Diritti d'autore  Jordan Strauss/Jordan Strauss/Invision/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ sicuramente la nomination che ha destato più clamore, in senso positivo, tra tutte quelle annunciate per i Golden Globe 2021.

Nella categoria miglior attore c’è anche Tahar Rahim, l'unico a non essere britannico o americano. L’interprete francese di origine algerina è in lizza con leggende del calibro di Anthony Hopkins e Gary Oldman. Tahar Rahim è protagonista del film “The Mauritanian”, diretto da Kevin Macdonald. La pellicola è tratta da una storia vera, quella di un uomo della Mauritania detenuto nel campo di prigionia di Guantánamo dal 2002 al 2016. Un film dai risvolti politici e sociali che mette in discussione il funzionamento del sistema giudiziario americano negli ultimi vent'anni. Nel cast anche un incredibile Jodie Foster e Benedict Cumberbach.

"Quando Sarah Jessica Parker stava leggendo le nominations io mi stavo preparando per un servizio fotografico”, racconta l’attore. E’ stato un mio amico ad avvisarmi. Era a casa mia, stava guardando la Tv e, quando ha sentito la notizia. è corso subito nella mia camera per dirmi che ero in lizza. Non ci potevo credere, il mio cuore batteva a mille. Stavo morendo dalla felicità.”

Tahar Rahim, nato il 4 luglio del 1981, torna sul grande schermo, dopo essere stato scoperto dal regista Jacques Audiard nel film “Il profeta”. La pellicola vincitrice del Premio Speciale della Giuria a Cannes nel 2009.

Laura Pausini in lizza ai Golden Globe

Grande soddisfazione per l’Italia. Due candidature per "La vita davanti a sé" (The Life ahead), il film di Edoardo Ponti: gareggerà come miglior film in lingua straniera e per le musiche, mentre l'attesa nomination alla protagonista Sophia Loren non c'è. Laura Pausini invece è candidata con il brano Io sì/Seen.

"Mank", il film di David Fincher sull'epoca d'oro di Hollywood, guida le nomination con 6 candidature e ha battuto di una nomination un altro film Netflix, "The Trial of the Chicago Seven" di Aaron Sorkin. The Undoing di Hbo/Sky e "Ozark" di Netflix hanno ottenute 4 nomination ciascuna.

Quest'anno la cerimonia si terrà non a gennaio, come di consueto, per via della pandemia. La grande serata sarà il 28 febbraio a Hollywood. A condurre lo show il duo di attrici e comiche Tina Fey e Ami Poehler, come nel 2015. Ora non resta che aspettare la notte dei Golden Globe quando sapremo i nomi dei vincitori.

MIGLIOR FILM DRAMMATICO

  • Il processo ai Chicago 7
  • Mank
  • Nomadland
  • The Father
  • Una donna promettente

MIGLIOR ATTRICE IN UN FILM DRAMMATICO

  • Andra Day (The United States Vs. Billie Holiday)
  • Carey Mulligan (Una Donna Promettente)
  • Frances McDormand (Nomadland)
  • Vanessa Kirby (Pieces Of A Woman)
  • Viola Davis (Ma Rainey’s Black Bottom)

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM DRAMMATICO

  • Anthony Hopkins (The Father)
  • Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
  • Gary Oldman (Mank)
  • Riz Ahmed (Sound of Metal)
  • Tahar Rahim (Mauritanian)

MIGLIOR FILM MUSICAL O COMMEDIA

  • Borat: Seguito Di Film Cinema
  • Hamilton
  • Music
  • Palm Springs
  • The Prom

MIGLIOR ATTRICE IN UN MUSICAL O COMMEDIA

  • Anya Taylor-Joy (Emma)
  • Kate Hudson (Music)
  • Maria Bakalova (Borat: Seguito Di Film Cinema)
  • Michelle Pfeiffer (French Exit)
  • Rosamund Pike (I Care a Lot)

MIGLIOR ATTORE IN UN MUSICAL O COMMEDIA

  • Andy Samberg (Palm Springs)
  • Dev Patel (La Vita Straordinaria Di David Copperfield)
  • James Corden (The Prom)
  • Lin-Manuel Miranda (Hamilton)
  • Sacha Baron Cohen (Borat: Seguito Di Film Cinema)

MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE

  • Onward
  • Over The Moon – Il Fantastico Mondo Di Lunaria
  • Soul
  • The Croods: A New Age
  • Wolfwalkers – Il Popolo Dei Lupi

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA

  • Another Round
  • La Llorona
  • Minari
  • The Life Ahead (La Vita Davanti A Sé)
  • Two Of Us

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA (qualsiasi genere)

  • Amanda Seyfried (Mank)
  • Glenn Close (Hillbilly Elegy)
  • Helena Zengel (Notizie Dal Mondo)
  • Jodie Foster (The Mauritanian)
  • Olivia Colman (The Father)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA (qualsiasi genere)

  • Bill Murray (OnThe Rocks)
  • Daniel Kaluuya (Judas And The Black Messiah)
  • Jared Leto (Fino All’ultimo Indizio)
  • Leslie Odom Jr. (Quella Notte A Miami…)
  • Sacha Baron Cohen (Il Processo Ai Chicago 7)

MIGLIOR REGIA

  • Aaron Sorkin (Il Processo Ai Chicago 7)
  • Chloé Zhao (Nomadland)
  • David Fincher (Mank)
  • Emerald Fennell (Una Donna Promettente)
  • Regina King (Quella Notte A Miami…)

MIGLIOR SCENEGGIATURA

  • Aaron Sorkin (Il Processo Ai Chicago 7)
  • Chloé Zhao (Nomadland)
  • Emerald Fennell (Una Donna Promettente)
  • Florian Zeller e Christopher Hampton (The Father)
  • Jack Fincher (Mank)

MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE

Alexandre Desplat (The Midnight Sky)

James Newton Howard (Notizie Dal Mondo)

Ludwig Göransson (Tenet)

Trent Reznor e Atticus Ross (Mank)

Trent Reznor, Atticus Ross e Jon Batiste (Soul)

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

  • “Fight for You” (Judas And The Black Messiah)
  • “Hear My Voice” (Il Processo Ai Chicago 7)
  • “Io Sì (Seen)” (The Life Ahead)
  • “Speak Now” (Quella Notte A Miami…)
  • “Tigress & Tweed” (The United States vs. Billie Holiday)