ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trump, verso un secondo impeachment

euronews_icons_loading
Trump, verso un secondo impeachment
Diritti d'autore  Delcia Lopez/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha votato un atto di impeachment del presidente Donald Trump per istigazione all'insurrezione, dopo l'assalto al Campidoglio della scorsa settimana che ha causato cinque morti. Trump diventa così il primo presidente a subire due impeachment nel corso dello stesso mandato.

"Donald Trump è un pericolo evidente e attuale per il nostro Paese. Noi ancora una volta onoriamo il giuramento di proteggere e difendere la Costituzione degli Stati Uniti", ha detto Nancy Pelosi, presidente del ramo parlamentare.

A differenza che nel dicembre 2019, questa volta a favore dell'impeachment hanno votato anche una decina di deputati repubblicani, a riprova del fatto che lo strappo di Trump abbia messo in allarme ampi settori del suo partito.

John Katko deputato repubblicano di New York: "Il ruolo del presidente in questa insurrezione è innegabile. Sia sui social media prima del 6 gennaio che nel suo discorso di quel giorno, ha deliberatamente promosso teorie infondate, creando un ambiente formidabile per la disinformazione e la divisione".

Non tutti comunque sono pronti a unirsi ai democratici nel loro tentativo di costringere il presidente uscente a lasciare la Casa Bianca prima della fine del suo mandato. Jim Jordan, repubblicano dell'Ohio: "Dovremmo lavorare per unire il paese. Invece, i Democratici vogliono mettere sotto accusa il presidente per la seconda volta una settimana prima che lasci l'incarico. Perché? Il fatto è che vogliono cancellare il presidente".

L'atto di impeachment passerà ora al Senato, dove Trump può contare su qualche pattuglia in più schierata in sua difesa, ma questo avverrà dopo l'insediamento di Biden, il 20 gennaio.

Dopo il voto della Camera Trump senza fare alcun riferimento al secondo impeachment ha diffuso un commento in cui condanna le violenze della scorsa settimana, e loda lo stato di diritto, il sostegno dei cittadini alle forze dell'ordine e la difesa dele tradizioni e dei valori del paese.

In vista della cerimonia di insediamento di Joe Biden le autorità hanno predisposto un piano per l'ordine pubblico che coinvolgerà 20.000 militari della Guardia Nazionale. Più che capitale della democrazia statunitense, Washington continua ad apparire una città sotto assedio.