EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La mostra che non c'è (ma si vede)

Una delle opere in realtà aumentata, proposte dalla mostra "Unreal City"
Una delle opere in realtà aumentata, proposte dalla mostra "Unreal City" Diritti d'autore Photo credits: Acute Art
Diritti d'autore Photo credits: Acute Art
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'arte esce dai musei e diventa immateriale. In tempi di Covid, l'iniziativa di Acute Art: un percorso sul Tamigi in realtà aumentata, che arricchisce il paesaggio urbano di opere visibili soltanto in realtà aumentata

PUBBLICITÀ

Ipertecnologica e a misura di Covid. L'arte si adatta al contesto sanitario e - nel Regno Unito - esce dai musei per far viaggiare e sognare all'aria aperta. Intitolata "Unreal City", la mostra si snoda a Londra sulle rive del Tamigi fino al 5 gennaio, proponendo ai visitatori un intero percorso in realtà aumentata. 

Credits: Tomás Saraceno, Aracnophilia, Acute Art
Un'opera di Tomás Saraceno nel quadro della mostra "Unreal City"Credits: Tomás Saraceno, Aracnophilia, Acute Art

Opere invisibili ad occhio nudo, che si rivelano sullo schermo del proprio telefono grazie a un QR code. Una soluzione creativa, dicono dalla Acute Art che ha curato il progetto, per mettere le limitazioni imposte dal contesto sanitario al servizio della ricerca. E se una porta si chiude, quella dei musei, ad aprirsi è il portone di nuove forme di creatività e di fruizione artistica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, inaugurato il museo di Banksy a New York: la più grande collezione di murales dell'artista

Art Paris 2024: riflettori puntati sulle gallerie d'arte francesi

Ungheria: l'ex meccanico diventato artista, dalle auto alle sculture fatte di metallo