This content is not available in your region

Mali, uccisi due soldati francesi della missione Barkhane

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Mali, uccisi due soldati francesi della missione Barkhane
Diritti d'autore  Christophe Petit Tesson/AP

Due soldati francesi dell'operazione Barkhane sono morti in missione in Mali sabato mattina. Nell'attacco compiuto con l'uso di un ordigno esplosivo, un terzo soldato è rimasto ferito, ma la sua vita non è in pericolo. La notizia è stata diffusa dal ministro della Difesa con un comunicato stampa in cui ha espresso la propria vicinanza alle famiglie. Anche il presidente Macron si è unito al cordoglio.

Intanto un gruppo che si dichiara vicino ad al-Qaida ha rivendicato l'attacco del 28 dicembre nel Sahel, costato la vita ad altri tre militari francesi, presi di mira mentre a bordo del loro veicolo pattugliavano il villaggio di Hombori.

Nella rivendicazione si accusa la Francia di voler occupare militarmente la regione e di mantenere una politica nei confronti dei musulmani giudicata offensiva, dopo che Parigi ha difeso il diritto di pubblicare vignette su Maometto in nome della libertà d'espressione.

Con la morte dei due soldati, sale a 47 il numero dei militari francesi uccisi durante le missioni in Mali, cominciate nel 2013 con l'operazione Serval e proseguite nel 2014 con l'operazone Barkhane.