Troppi contagi nel Manchester City, posticipata la sfida contro l'Everton

Troppi contagi nel Manchester City, posticipata la sfida contro l'Everton
Diritti d'autore Peter Powell/AP
Di Giulia Avataneo
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo Gabriel Jesus e Kyle Walker si sono aggiunti "diversi altri casi", ha comunicato la squadra.

PUBBLICITÀ

I casi di coronavirus nel Manchester City sono troppi: la partita di Premier League di lunedì 28 dicembre contro l'Everton salta e la squadra chiude il campo di allenamento.

L'allenatore dell'Everton, Carlo Ancelotti si dice deluso per il big match sfumato.

La squadra di Pep Guardiola aveva annunciato venerdì la positività dell'attaccante Gabriel Jesus e del difensore Kyle Walker, oltre a quella di due membri dello staff. Il City aveva potuto giocare a Newcastle sabato. Ma nelle ultime ore si sono aggiunti "diversi contagi" in squadra, che ha annunciato: la bolla di sicurezza è compromessa.

Quella in programma lunedì è la seconda partita della Premier League a essere posticipata per il coronavirus. In precedenza è toccato a Newcastle contro l'Aston Villa a inizio mese. La Premier League comunque rinnova la fiducia nel dunzionamento dei protocolli adottati fino ad oggi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Premier League ai nastri di partenza, non più in ginocchio prima di ogni partita

Calcio, le regole anti Covid-19 in Europa: ecco le differenze con il campionato italiano

Calcio, il business indebitato in tutta Europa, a partire dalla Juve