ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il MUCEM di Marsiglia vince il primo premio d'arte europeo

euronews_icons_loading
Il MUCEM di Marsiglia
Il MUCEM di Marsiglia   -   Diritti d'autore  AP Photo/Claude Paris
Di Cinzia Rizzi
Dimensioni di testo Aa Aa

In un momento in cui l'intero settore culturale europeo si trova a dover affrontare la pandemia e le misure restrittive dovute alla crisi sanitaria, il premio europeo Art Explora & Accademia delle Belle Arti dona un barlume di speranza e guarda al futuro, premiando diversi musei per i loro progetti.

I vincitori sono quei musei che sanno promuovere al meglio la condivisione dell'arte e della cultura con tutti. "La vocazione di questo premio con il nostro partner, l'Accademia di Belle Arti, è quella di creare un riconoscimento unico, per ricompensare i tre musei più innovativi d'Europa", dichiara il presidente e fondatore di Art Explora, Frédéric Jousset. "E per andare a cercare il pubblico, per andare a prenderlo per mano e portarlo nelle istituzioni".

In totale sono pervenute 350 candidature da 20 Paesi europei. La National Gallery di Londra si è classificata al terzo posto, ricevendo un premio di 20.000 euro, per aver portato un'opera d'arte in giro per il Paese, per un pubblico isolato, in particolare pazienti Covid.

I tre vincitori

Il secondo premio è finito nelle mani del Museo Thyssen di Madrid, che ha presentato un progetto interattivo, nel quale invita i ragazzi dai 16 ai 35 anni a reinterpretare le opere del museo a modo loro, pubblicandole poi sui social.

Il grande vincitore del premio è stato invece il museo nazionale delle civiltà dell'Europa e del Mediterraneo, meglio noto come MUCEM di Marsiglia, nel sud della Francia.

"Vi portiamo a Marsiglia - dice Jousset -, che riceve il primo premio europeo Art Explora & Accademia delle belle arti grazie al MUCEM. 80.000 euro per questo nuovo dispositivo di mobilità, con un servizio di autobus ogni domenica, che preleverà gratuitamente il pubblico nei quartieri periferici di Marsiglia, per portarlo al MUCEM".