ULTIM'ORA
This content is not available in your region

LVMH: no alle nozze con Tiffany

euronews_icons_loading
LVMH: no alle nozze con Tiffany
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Questo matrimonio non s'ha da fare. Il colosso francese del lusso LVMH ha annunciato il congelamento dell'operazione di acquisizione di Tiffany & co., che era stata concordata nel novembre scorso per la cifra record di 16,2 miliardi di dollari.

Il confinamento imposto dalla pandemia di Covid-19 ha fatto perdere al celebre marchio americano tra febbraio e aprile 65 milioni di dollari. L'anno scorso nello stesso periodo aveva macinato utili per 125 milioni di dollari.

In piena crisi economica post coronavirus, per LVMH ora Tiffany costa troppo. Inoltre il gruppo ha fatto sapere di aver ricevuto una lettera del ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, che chiedeva di posticipare l'acquisizione, che era prevista entro il 24 novembre 2020, a dopo il 6 gennaio 2021, per la minaccia di dazi statunitensi sui prodotti francesi.

Il brand di gioelli, celebrato da un memorabile film con Audrey Hepburn, ha annunciato che farà causa presso un tribunale del Delaware a LVMH, per tutelare i suoi azionisti. L'obiettivo è arrivare ad una sentenza prima di novembre, che obblighi il gruppo a rispettare gli impegni presi.