ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Caso Blake: nuova notte di proteste in Wisconsin

euronews_icons_loading
Sceriffo federale in assetto antisommossa a Kenosha
Sceriffo federale in assetto antisommossa a Kenosha   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

È stata un'altra notte di violente proteste a Kenosha, in Wisconsin. Intanto emergono nuovi dettagli sull'arresto di Jacob Blake. La polizia afferma di aver tentato, non riuscendoci, di fermare il 29enne afroamericano con un taser prima di aprire il fuoco colpendolo 7 volte alla schiena. È stato anche identificato il poliziotto che ha sparato contro Blake. Si tratta di Rusten Sheskey, un agente con sette anni di servizio al dipartimento di polizia di Kenosha.

"Durante le indagini iniziali il signor Blake ha ammesso di essere in possesso di un coltello" ha spiegato il procuratore generale Josh Kaul "Gli agenti della DCI, la Divisione Investigativa Criminale, hanno recuperato un coltello nell'auto di Blake dal pianale dal lato del guidatore. La perquisizione della vettura non ha portato all'individuazione di altre armi".

Quanto accaduto ha fatto riesplodere le proteste contro la violenza della polizia nei confronti dei cittadini di colore in tutti gli Stati Uniti. A Kenosha un 17enne, ripreso in un video mentre, scappando dai manifestanti, si volta e inizia a sparare, è stato arrestato con l'accusa di omicidio di primo grado perchè sospettato di aver ucciso 2 persone e ferito una terza.

Washington invierà in Wisconsin l'FBI e gli sceriffi federali che si andranno ad aggiungere ai circa 2mila uomini della Guardia Nazionale.