ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Polonia al ballottaggio senza dibattito in tv

euronews_icons_loading
Polonia al ballottaggio senza dibattito in tv
Dimensioni di testo Aa Aa

La democrazia televisiva polacca ha dovuto fare a meno del tradizionale faccia a faccia tra i candidati al secondo turno delle presidenziali, in agenda per domenica prossima.

L'uscente Andrzej Duda, della destra sociale, e il centrista Rafal Trzaskowski, sindaco di Varsavia, non hanno trovato un accordo sul format del confronto, che di conseguenza è stato cancellato.

I sondaggi danno i due testa a testa, ma la vittoria dell'uno o dell'altro avrebbe effetti opposti sul piano della politica nazionale: Duda si professa euroscettico e vicino alle posizioni dell'ungherese Orban, Trzaskowski si dichiara liberal-conservatore ed europeista.

Per farsi rieleggere il presidente uscente ha pianificato una campagna elettorale a base di fake news, diffuse oltre che sui social networks anche dalla tv nazionale, secondo le quali Trzaskovski "vuole asservire la patria alle lobbies omosessuali, a George Soros e magari anche alla Germania".

Nei cinque anni del suo mandato Duda ha firmato leggi controverse che assoggettamo i media e la magistratura al controllo del governo , e che sono state censurate dal Consiglio d'Europa.