ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Alex Zanardi è stabile, in coma farmacologico; timore per i danni neurologici

euronews_icons_loading
Zanardi durante la Maratona di Roma nel 2017
Zanardi durante la Maratona di Roma nel 2017   -   Diritti d'autore  ANDREAS SOLARO/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Alex Zanardi non teneva il telefono in mano al momento dell'incidente con l'handbike in cui è rimasto coinvolto venerdì scorso. A smentire le voci circolate nelle ultime ore è stato Alessandro Maestrini, un videomaker che ha ripreso il momento dello schianto con un camion che sopraggiungeva nella coria opposta.

Durante la discesa, ha raccontato Maestrini, "Zanardi ha preso il telefonino e fatto alcune riprese a bassa velocità, poi lo ha riposto, lo ha messo via, e ha continuato la discesa fino al punto dell'incidente".

Altri filmati dell'incidenti, già visionati dagli investigatori, mostrerebbero come l'ex pilota di Formula 1 tenesse entrambe le mani sui manubri del suo mezzo al momento dell'impatto col mezzo pesante.

Seconda notte in terapia intensiva

Zanardi ha trascorso la seconda notte in terapia intensiva dopo l'intervento di neurochiruriga per le fratture al volto alla testa. Al suo fianco in ospedale ci sono la moglie Daniela e il figlio Niccolò.

Nessuna variazione rispetto a sabato, le condizioni restano stabili. "Rispetto a quando Alex Zanardi è arrivato al pronto soccorso le condizioni sono veramente cambiate. Il dato positivo è che più passa il tempo e le condizioni restano stabili, questo ci fa ben sperare". Lo ha detto Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento emergenza urgenza dell'ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena.

"Vuol dire - ha detto Scolletta - che non c'è un passo indietro e questo ci dà grande fiducia. Siamo fiduciosi come ieri. Siamo a due giorni dal trauma, confidiamo che le condizioni cliniche rimangano stabili e questo ci può dare in settimana la possibilità di pensare di valutarlo neurologicamente".

Tuttavia, si legge nel bollettino medico di domenica mattina, "le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e pertanto il paziente resta sempre in prognosi riservata".

Zanardi "ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d'organo sono adeguate. È sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perchè resta grave il quadro neurologico".

La dinamica dell'incidente, indagato l'autista del camion

Zanardi ha perso il controllo del suo mezzo mentre percorreva una curva in discesa, invadendo la corsia opposta e andando a finire contro un mezzo pesante. Il conducente del camion, tramite il suo avvocato, ha detto di esserselo trovato davanti all'improvviso e di aver sterzato per evitare l'impatto frontale; l'uomo è sotto indagine "un atto dovuto", di prassi, hanno detto dalla procura.

L'incidente è avvenuto lungo la statale 146, nel comune di Pienza. Il sindaco di Pienza ha fatto sapere che non gli era stato comunicato lo svolgimento di alcun evento sportivo; gli organizzatori della gara a staffetta sono stati già sentiti dai Carabinieri.

Zanardi era impegnato in una delle tappe della staffetta di "Obiettivo tricolore", tour che vede tra i partecipanti atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica.

Tra i numerosi messaggi di sostegno pubblicati sui social, c'è anche quello del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.