ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bangladesh: il ciclone Amphan continua la sua corsa ma si indebolisce

euronews_icons_loading
Bangladesh: il ciclone Amphan continua la sua corsa ma si indebolisce
Diritti d'autore  Bikas Das/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Dipartimento meteorologico indiano ha detto che il il ciclone tropicale Amphan, che si è abbattuto in prima istanza sull'India, si è indebolito.
Non prima però di aver dispiegato la sua corsa in Bangladesh e travolto il campo di Cox's Bazar, dove vivono più di un milione di rifugiati rohingya.
Secondo i primi sopralluoghi, nel campo non ci sono vittime ma circa 400 persone hanno perso i loro rifugi, mentre centinaia di altre strutture sono state parzialmente danneggiate.

Un ciclone di questa potenza non si vedeva nella regione dal 1999, dai tempi di Odisha, dove si è verificato un altro evento meteo di portata estrema. I venti hanno soffiato fino a 185 chilometri all'ora, sradicando alberi, pali della luce, centraline elettriche. Le piogge hanno inondato i campi e le città e devastato le infrastrutture. Il bilancio è provvisorio: un centinaio circa le vittime, milioni di evacuati per scampare alla furia di Amphan.
C'è di più: i rifugi - dove sono stati radunati gli sfollati - sono utilizzati per la quarantena dei pazienti contagiati dal coronavirus: il timore è anche quello di un aumento esponenziale dei contagi.