ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: panico sui mercati cinesi

euronews_icons_loading
Coronavirus: panico sui mercati cinesi
Diritti d'autore  AP Photo/Richard Drew   -   RICHARD DREW
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Coronavirus affonda le borse cinesi e le condanna alle perdite più pronunciate dal crac del 2015. Chiuse dal blocco della città di Wuhan del 24 gennaio, le piazze di Shanghai e Shenzen hanno lasciato sul terreno fra il 7,7 e l'8,4%. E se il contenimento dei danni sulle altre piazze asiatiche allontana al momento lo spettro del contagio, per scongiurare panico e frenata delle transazioni, la banca centrale sfodera intanto l'annunciato bazooka delle iniezioni di liquidità: una prima tranche da 1.200 miliardi di yen, pari a oltre 9 miliardi di euro, per placare la febbre del paziente cinese.