ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'ungherese che vuole attraversare l'Oceano Atlantico in surf

euronews_icons_loading
L'ungherese che vuole attraversare l'Oceano Atlantico in surf
Diritti d'autore  Gábor Rakonczay
Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna cabina e pochi scomparti per il cibo. Si chiama Stand up paddle e non è altro che una grande tavola da surf. Il recordman degli sport estremi, l'ungherese Gábor Rakonczay, vuole usarla per attraversare l'Oceano Atlantico.

Un viaggio di circa due mesi, dalle Canarie ad Antigua, per una distanza di 5.200 chilometri da percorrere in condizioni meteo non semplici.

"Nell'arco di due mesi conto di avere quattro giorni di tempesta. Poi, ci saranno una settimana o due, diciamo, scomode, senza grandi pericoli dice ai microfoni di Euronews - A volte, il vento forte e le onde alte a mi fanno desiderare di trovarmi altrove. Ma il resto è pura gioia".

Se ci riuscirà, sarà la prima persona al mondo a viaggiare dall'Europa all'America a bordo di un Stand up paddle.

Gábor mostra alle telecamere di Euronews parte del suo occorrente: un depuratore d'acqua che può essere usato per rendere potabile l'acqua dell'oceano.

Per il resto l'equipaggiamento è ridotto al minimo: oltre al cibo, solo apparecchi per la comunicazione e la sopravvivenza.

Rakonczay è entrato nel Guinness dei primati nel 2012 per essere stato il primo uomo ad attraversare l'Atlantico da solo in canoa, battendo il record del mondo.