Femminicidi nel 2019: la mattanza delle donne e il messaggio del Papa

Femminicidi nel 2019: la mattanza delle donne e il messaggio del Papa
Diritti d'autore Euronews
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Pontefice: "Dobbiamo ripartire dalla donna"

PUBBLICITÀ

I dati, che non raccontano storie, si fermano a quota 95. Ma dietro ogni numero ci sono un nome e un epilogo di sangue. Tante sono le vittime della mattanza di genere, fotografata dal Rapporto Eures: 95 donne uccise nel 2019, quasi una ogni tre giorni.

L'ultima vittima dell'anno, poco prima di Natale, si chiamava Elisa, strangolata in casa dal marito mentre le figlie dormivano. Come Elisa, oltre l'85% dei casi di femminicidio avviene tra le mura domestiche o per mano di un ex compagno. "Se vogliamo tessere di umanità le trame dei nostri giorni, dobbiamo ripartire dalla donna, ha scritto in un tweet e ha detto nel corso dell'omelia nella solennità di Maria Santissima Papa Francesco.

Dal 2000 a oggi le donne uccise in Italia sono state 3.230, di cui 2.355 in ambito familiare e 1.564 per mano del proprio compagno o ex partner. Se i numeri non fossero da guerra civile, si potrebbe manifestare un cauto ottimismo: nel 2018, le donne uccise erano state 142, una in più dell'anno precedente. L'anno appena trascorso ha conosciuto dunque 47 vittime in meno, ma ha registrato un aumento degli episodi di stalking.

Euronews
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Violenza sulle donne: la rabbia delle messicane contro la stampa

Violenza contro le donne, le femministe deluse dal piano "elettroshock" del governo francese

Europa, la violenza sulle donne è trasversale: "Mai fare finta di niente"