ULTIM'ORA

no comment

A Tripoli graffiti come segno di protesta

Graffiti in nome della libertà. Mentre in tutto il Libano proseguono le manifestazioni anti-governative, c'è chi fa graffiti per esprimere le proprie idee. Siamo a Tripoli. Qui vive Mohammed Abrash, un giovane artista, che disegna sui muri quello che succede. Un modo per invitare le persone a riflettere sui cambiamenti in atto.

L'artista, di 27 anni, è convinto che dipingere graffiti sui muri sia il modo migliore per dare un segnale di solidarietà a chi protesta. E così ha scelto un edificio nel cuore di al-Nour Square, trasformandolo in un punto di riferimento per chi la pensa come lui.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.