EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Corte Penale commina 30 anni per crimini di guerra ad ex ribelle congolese

Corte Penale commina 30 anni per crimini di guerra ad ex ribelle congolese
Diritti d'autore Peter Dejong/Pool via REUTERS
Diritti d'autore Peter Dejong/Pool via REUTERS
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Corte Penale Internazionale ha condannato Bosco Ntaganda per crimini di guerra e contro l’umanità, tra cui la schiavitù sessuale

PUBBLICITÀ

La Corte Penale Internazionale ha condannato a 30 anni di prigione l’ex ribelle congolese Bosco Ntaganda per crimini di guerra e contro l’umanità, tra cui la schiavitù sessuale.

È la prima persona a essere condannata dalla Corte per un simile reato.

Ntaganda, 46 anni, era stato condannato per 18 accuse di crimini di guerra e crimini contro l'umanità per atti commessi mentre era capo delle operazioni militari dell'Unione dei patrioti congolesi, nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, nel 2002-2003.

Il giudice Robert Fremr non ha trovato circostanze attenuanti ed ha emesso il massimo verdetto, 30 anni, la sentenza più lunga finora pronunciata dal Tribunale de L'Aia.

Il processo è durato tre anni, dopo che Ntaganda si è consegnato all'ambasciata americana a Kigali, in Ruanda: era ricercato dal Tribunale penale internazionale dal 2006.

Niccolò Figa-Talamanca, segretario Generale di No Peace Without Justice, afferma che "Ntaganda ha combattuto con le milizie rag tag e ha guidato eserciti per procura da parte di Paesi vicini, è il tipico signore della guerra stereotipato in un conflitto africano".

In the Ntaganda case, the judges will deliver their sentencing decision in open court on 7 November 2019 at 10:00. Stay...

Publiée par International Criminal Court - ICC sur Mardi 29 octobre 2019
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nuovo vaccino contro Ebola, le autorità congolesi divise

Repubblica Democratica del Congo, il portavoce dell'esercito: "Sventato un tentativo di golpe"

Repubblica Democratica del Congo: preoccupa l'inquinamento da estrazione petrolifera