ULTIM'ORA
euronews_icons_loading
Hong Kong, cresce la protesta, lacrimogeni sulla folla

All'alba della 22esima settimana di protesta, la polizia di Hong Kong ha sparato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti antigovernativi nella città controllata dalla Cina.

Sfidando un divieto della polizia, migliaia di manifestanti mascherati e vestiti di nero si sono riversati nel quartiere centrale dello shopping di Hong Kong per un nuovo raduno di protesta e per ribadire la richiesta di un'autonomia significativa dopo che Pechino ha indicato che potrebbe stringere la sua presa sul territorio.

Protesta che è iniziata pacificamente all'inizio della giornata e si è rapidamente trasformata in caos nella zona di Victoria Park di Causeway Bay e nelle strade vicine.

I manifestanti sono fuggiti in tutte le direzioni dopo aver cercato di creare barricate improvvisate lungo la strada.

La manifestazione di sabato non ha avuto il permesso ufficiale della polizia, come è richiesto, ma questo, ancora una volta, non ha fermato le proteste. Le maschere facciali, inoltre, sono state vietate da una legge d'emergenza di epoca coloniale .

Le proteste sono iniziate nel mese di giugno e da allora sono cresciute in intensità con un vero e proprio movimento che chiede elezioni dirette per i leader di Hong Kong, come promesso quando la Gran Bretagna l'ha restituita alla Cina .