ULTIM'ORA

Usa: crisi oppioidi, i colossi farmaceutici patteggiano

Usa: crisi oppioidi, i colossi farmaceutici patteggiano
Diritti d'autore
REUTERS/George Frey
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Tre aziende farmaceutiche statunitensi e una israeliana, nel mirino per un'epidemia di oppioidi, trovano un accordo con l'accusa poche ore prima dell'avvio del processo.

L'intesa prevede 260 milioni di dollari per due contee dell'Ohio, le prime ad ottenere un processo contro i colossi industriali che dovranno affrontare oltre 2.300 cause in tutto il Paese.

Dal 1999, almeno 400.000 persone sono morte negli Stati Uniti a causa di overdose dovute all'assunzione di oppioidi.

"Sono anni che ci trasciniamo la sofferenza di questa crisi degli oppioidi. È stato devastante per la gente delle nostre comunità - dice Armond Budish, rappresentante della contea di Cuyahoga - E questo accordo ci aiuta ad affrontare i terribili danni che sono stati causati. C'è ancora molto da fare. E continueremo a lavorare".

"Non ci sono abbastanza soldi per risolvere il problema, no - dice l'avvocato Joe Rice - Questo richiederà uno sforzo da parte della società, dobbiamo portare la questione a livello federale. Stiamo cercando di dare loro l'aiuto di cui hanno bisogno".

La crisi degli oppioidi, ovvero il crescente fenomeno della dipendenza per l'eccessiva prescrizione di questi farmaci, sarebbe stata provocata anche a causa del costo elevato di altre cure alternative.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.