ULTIM'ORA

Cuando Cubango: sveliamo uno dei segreti meglio custoditi dell'Africa

Cuando Cubango: sveliamo uno dei segreti meglio custoditi dell'Africa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Oggi sveliamo un segreto. Quello della provincia di Cuando Cubango, in Angola, effettivamente uno dei segreti meglio custoditi dell'Africa.

Un'area quasi inesplorata, con una biodiversità unica grazie ai fiumi che attraversano la regione per sfociare nel delta dell'Okavango.

In questa puntata di Explore Angola vi invitiamo a venire con noi nel viaggio alla scoperta di questa zona straordinaria.

"Parliamo di liberazione dell'Africa del sud"

Il nostro punto di partenza è a più di 800 km a sud-est di Luanda, la capitale dell'Angola: il Memoriale della Vittoria di Cuito Cuanavale, teatro della più grande battaglia africana dalla Seconda Guerra Mondiale, ora commemorata in diversi paesi della regione.

"L'obiettivo della battaglia di Cuito Cuanavale (1987-1988) era quello di liberare l'Africa del sud, di liberare Nelson Mandela, dare l'indipendenza alla Namibia e anche porre fine all'apartheid in Sudafrica", spiega Joaquim Mulonzeno Quim, guida del Cuito Cuanavale Battle Memorial.

"José Eduardo dos Santos disse che Cuito Cuanavale brillava con tutta l'intensità dell'internazionalismo. E quando parliamo di liberazione dell'Africa del sud, intendiamo che l'Africa è un gruppo di paesi e devono essere rispettati".
Joaquim Mulonzeno Quim
guida Cuido Cuanavale Battle Memory

Il "triangolo" dell'ecoturismo

Un tempo occupata da bellicosi stranieri, Cuito Cuanavale vanta oggi un nuovo aeroporto internazionale.

È l'hub scelto dall'Angola per l'ecoturismo, che completa un "triangolo" regionale che comprende Maun, in Botswana e Victoria Falls, nello Zimbabwe.

Il governo angolano ha investito nelle infrastrutture della provincia e oggi la pace regna sovrana in questo paesaggio di villaggi tranquilli, campi fertili e distese d'acqua.

Siamo alla confluenza di due fiumi: il Cuanavale e il Cuito. Questi fiumi sono di importanza strategica per una regione che vuole finalmente svelare i suoi tesori al resto del mondo.

"È il momento di mostrare l'Angola al mondo"

"Abbiamo fauna selvatica, abbiamo paesaggi, fiumi... Pensiamo che sia il momento di mostrare al mondo che l'Angola è un'ottima destinazione turistica. Abbiamo anche due parchi nazionali...", racconta João Baptista Gime Sebastião, Assistente Direttore del Centro Turistico del Bacino dell'Okavango.

"Abbiamo il progetto Kaza, che comprende quasi 9.000 kmq. Kaza è un progetto regionale che comprende 5 paesi della regione SADC (Southern Africa Development Community): Angola, Botswana, Namibia, Zambia, Zimbabwe. Si tratta di un progetto per la conservazione della biodiversità e la creazione di una destinazione turistica a livello mondiale".

Un autentico pioniere

Continuiamo l'esplorazione di Cuando Cubango in compagnia di Stefan van Wyk, un imprenditore (ma anche ambientalista) namibiano che ha acquisito una riserva naturale a Cuatir.

La sua riserva si trova in un luogo remoto: Stefan ha trovato questo sito unico nel suo genere sorvolando l'area e ne ha immediatamente immaginato il potenziale. Un autentico pioniere.

"Abbiamo due fiumi che forniscono acqua al delta dell'Okavango, il Cuito e Cubango, e insieme formano il fiume Okavango: è questo fiume a dare gli impulsi giusti per migliorare l'ecosistema della zona", ci dice Stefan van Wyk.

La savana si sveglia

Dopo aver guidato per ore attraverso foreste di palissandro e altri alberi pregiati, arriviamo al campo per passare la notte.

All'alba, la savana si sveglia.

Oltre all'abbondante flora, qui vivono molte specie animali rare e in via di estinzione.

Vicino al campo, il nostro accompagnatore è stato in grado di catturare alcune immagini di visitatori notturni.

"Siamo nelle pianure alluvionali del fiume Cuatir. Abbiamo piazzato una videocamera su un cartello per capire quale tipo di animali frequenta questa zona e utilizzarla come un'intera area d'acqua. Lasciate che vi mostri alcune immagini... Ho trovato popolazioni di cavalli roani, antilopi, sitatunga, leopardi, ghepardi, cani selvatici....", ci mostra Stefan van Wyk.

"Sono venuto a farmi una nuova vita qui"

Nei pochi villaggi intorno, lontano dal trambusto di Luanda o Menongue, il capoluogo di provincia, la vita continua lentamente. Come ha sempre fatto.

"Ho lasciato la Namibia e ho venduto tutto e sono venuto a farmi una nuova vita qui", ricorda Stefan van Wyk.

"L'ho fatto per la natura, sono un custode della fauna selvatica, della natura. Quello che vedi qui oggi è deserto. Ê una delle più grandi aree naturali del mondo ed è molto gratificante".

"E' la fine di questa puntata di Explore Angola dedicata alla provincia di Cuando Cubango", spiega l'inviata di Euronews, Charlotte Kan.

"Speriamo vi sia piaciuto questo straordinario viaggio attraverso quella che rimane oggi una delle aree meno esplorate del pianeta Terra".

Gli occhi dell'Angola

Link utili

- Tutti i reportage di Explore Angola

- Battaglia di Cuito Cuanavale

-SADC (Southern African Development Community)

Euronews racconta...

Uno dei precedenti reportage sull'Angola lo abbiamo dedicato all'anima musicale del paese: la Kizomba!

"Social" Backstage

Se dopo aver viaggiato in un lungo e il largo per la provincia di Cuando Cubango vi è venuta nostalgia della vita metropolitana di Luanda, la capitale dell'Angola, ecco un tweet che fa per voi sul profilo di "Angolans", molto interessante per scoprire quello che accade in questo paese, tra i più vivaci di tutta l'Africa.

Una cartolina da... Cuando Cubango

Qui comincia il fiume Cuito.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.