Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Milano-Torino: vince Woods, Valverde ancora secondo

La vittoria di Woods all'ombra della Basilica di Superga.
La vittoria di Woods all'ombra della Basilica di Superga.
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il canadese Michael Woods (EF-Education First) ha vinto l'edizione numero 100 della Milano-Torino, sul percorso di 179 km da Magenta a Superga, tradizionale arrivo della corsa ormai da diversi anni, con la doppia ascesa al Colle che porta davanti alla Basilica dove sono sepolti i re di casa Savoia.

La corsa è stata caratterizzata dalla fuga di cinque corridori: Savini, Rosskopf, Cavagna, Dalla Valle e Bou, ripresi a 20 km dall’arrivo.
Poi, si è involato Woods, seguito dallo spagnolo Alejandro Valverde, 39 anni, poi battuto nello sprint in salita.
Ancora un secondo posto per l'ex campione del mondo, già arrivato alla piazza d'onore del G.P. Beghelli alle spalle di Sonny Colbrelli.

"Peccato per questo secondo posto, ma Woods oggi è stato più forte. Io sono soddisfatto del mio grado di preparazione in vista del Giro di Lombardia di sabato".
Alejandro Valverde
39 anni, ciclista spagnolo - Movistar

Per conquistare il quarto successo in carriera Woods ha dovuto resistere ai ripetuti attacchi del francese David Gaudu, poi - prima dell’ultima curva verso Superga - è partito secco e ha chiuso il conto con un tempo di ascesa davvero ottimo di 13’45”.

Nel gruppetto dei migliori di giornata, arrivati alla spicciolata alle spalle di Woods, anche Adam Yates, il belga Benoot, lo stesso Gaudu, il vincitore del Tour Egan Bernal (6°), l'olandese Mollema e il danese Fuglsang.

La settimana di avvicinamento al Lombardia prosegue giovedì con il 103° Giro del Piemonte (Gran Piemonte): nuovo tracciato da Agliè al Santuario di Oropa, 183 km, in provincia di Biella. Si scala la salita dove Marco Pantani fece il vuoto nel Giro 1999 con una spettacolare rimonta su 49 corridori.