EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Burkina Faso, il dramma degli sfollati

Burkina Faso, il dramma degli sfollati
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La storia di Boureima, capo di una famiglia di 43 persone - sette uomini, 13 donne e 23 bambini. "Attaccavano tutti, tutti quelli che ritenevano miscredenti. Tra le vittime c'erano musulmani, protestanti, cattolici, insomma nessuno fu risparmiato"

PUBBLICITÀ

Sono circa 300.000 gli sfollati Nel nord del Burkina Faso, in fuga dai loro villaggi e dai gruppi armati afferenti ad Al Qaeda o all'Isis. Burkina Faso dove la spirale della violenza infuria da oltre quattro anni e ha prodotto centinaia di morti.

In particolare, gli abitanti del villaggio di Gassalpalik hanno visto distruggere e saccheggiare le loro case. Tra loro c'è Boureima, capo di una famiglia di 43 persone - sette uomini, 13 donne e 23 bambini.

"Attaccavano tutti, tutti quelli che ritenevano miscredenti. Tra le vittime c'erano musulmani, protestanti, cattolici, insomma nessuno è stato risparmiato. Dovevamo fuggire per salvarci".

Lo scorso 24 settembre nove civili sono stati uccisi in due attacchi armati condotti in due località proprio del nord del Burkina Faso. Lo scorso 14 settembre, invece, i leader dei paesi dell’Africa occidentale hanno tenuto un vertice straordinario al termine del quale hanno annunciato lo stanziamento di un miliardo di dollari per contrastare il terrorismo nella regione del Sahel.

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Natale di sangue in Burkina Faso. Attacco jihadista, una trentina le vittime

Burkina Faso, attaccato convoglio di una società canadese: decine di morti

Italia: sequestrate 60 tonnellate di rifiuti dirette in Burkina Faso