Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Uragano Dorian arriva negli Stati Uniti, si aggrava bilancio a Bahamas

Uragano Dorian arriva negli Stati Uniti, si aggrava bilancio a Bahamas
Diritti d'autore
REUTERS/Marco Bello
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

È arrivato negli Stati Uniti, nella serata di giovedi l'uragano Dorian. L'area colpita sono gli stati della Carolina del nord e soprattutto del sud: nella fascia costiera - che al sud era stata evacuata già da giorni - intere città sono allagate, mentre un enorme blackout ha colpito le città di Berkeley, Dorchester e la capitale Charleston, lasciando al buio oltre 300mila persone.

Il pericolo ora sono i tornado, che già hanno colpito in entrambi gli stati: al sud, due enormi trombe d'aria hanno spazzato le località i di Myrtle Beach e Little River.

Tornado this morning in North Myrtle Beach, SC in association with Hurricane Dorian... video from @nmbchiefssports

Publiée par James Spann sur Jeudi 5 septembre 2019

E intanto alle Bahamas la conta delle vittime è salita a 30, mentre la catena degli aiuti internazionali stenta a raggiungere le decine di migliaia di persone ancora intrappolate tra le isole Abaco e Grand Bahamas.

Cinquemila persone risultano ancora disperse nella zona, e le ricerche si annunciano particolarmente difficili dal momento che molte aree sono quasi totalmente sommerse dall'acqua.

REUTERS/Dante Carrer
ISOLE ABACO - Due donne camminano tra le macerie dopo il passaggio di DorianREUTERS/Dante Carrer

Secondo le Nazioni Unite, almeno 70mila persone - tra le Abaco e a Grand Bahamas - necessitano di aiuti umanitari urgenti. Gli aiuti arrivano dalla capitale Nassau dove i rifornimenti continuano ad accumularsi all'aeroporto, un'area del quale è stata inoltre allestita per la sistemazione degli sfollati.

"Raggiungere le aree devastate non sarà facile" spiega l'inviato AP Philip Clowther. "Ci sono tre modi di raggiungere la zona: in barca, in aereo o in elicottero.Ma nella zona colpita c'è un solo porto ancora funzionante dove gli aiuti possano essere possano sbarcare e una pista d'atterraggio che per ora sta ricevendo aiuti molto limitati".

Le evacuazioni sono state eseguite in elicottero dalla guardia costiera degli Stati Uniti. Secondo Clowther, tra i cooperanti umanitari a Nassau la frustrazione è ormai palpabile "perché cibo acqua e medicine restano ancora bloccati a terra". "Si tratta del peggior uragano che abbia mai colpito le Bahamas - conclude il giornalista - e la conta dei morti è probabilmente destinata a salire"