Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La battaglia dell'Iran alla terza fase ma Rouhani resta sospeso fra trattative e aperture

La battaglia dell'Iran alla terza fase ma Rouhani resta sospeso fra trattative e aperture
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l'annuncio del presidente iraniano, Hassan Rouhani, dell'avvio della terza fase di ritiro dall'accordo sul programma nucleare siamo andati tra la gente comune a Teheran per cercare di capire quali sono le loro percezioni sul paese.

Non c'è molta sopresa tra i cittadini comuni e i media iraniani sottolineano queste percezioni

"Credo che l'irrigidimento stia portando a delle conseguenze, se ci fossero dei modi amichevoli tutto potrebbe andare meglio", riferisce una giovane donna che aggiunge:

"Se continuano così credo che le cose peggioreranno specialmente per l'Iran. Entrambe le parti si stanno armando, ma l'Iran è stato il paese più duramente colpito" e poi:

"In questo momento il Paese è in una situazione economica grave, ma se ci si focalizzasse sulle persone sarebbe diverso. Credo che la gente sia costantemente ignorata".

E l'inasprimento delle sanzioni americane contro l'Iran hanno provocato le reazioni del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif che su twitter ha tuonato loro contro sostenendo l'annuncio di Rouhani.

Siamo andati a chiedere quali sono le ragioni dell'Iran e se ci sono prossimi passi a Hossein Naghavi-Hosseini della Commissione parlamentare sulla sicurezza nazionale e la politica estera che ci ha riferito:

"Il parlamento iraniano ha richiesto al governo di fornire il nucleare per motori e macchinari. L'arricchimento utile a questa necessità supera il 60%, quindi abbiamo bisogno di arricchimnto maggiore".

"I nostri obiettivi - continua Hosseini - sono unicamente di tipo pacifico e industriale- E anche il supremo leader lo ha ribadito piu volte lanciando la fatwa per l'uso illegale e armato del nucleare".

L’Iran sembra pronto tuttavia a ogni situazione: sia a un deterioramento delle relazioni che a un nuovo slancio nelle trattative. Se da una parte, infatti, ha lanciato la terza fase del ritiro dagli accordi, dall'altra, lo stesso Rouhani ha però detto che se gli Usa cancelleranno le sanzioni verso Teheran, sarà possibile riparlare con Washington.