Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

The Brief From Brussels: Christine Lagarde in corsa per la BCE

The Brief From Brussels: Christine Lagarde in corsa per la BCE
Diritti d'autore
Francois Lenoir
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel 2011 il Presidente francese Nicolas Sarkozy ha catapultato la sua ministra delle finanze Christine Lagarde alla guida del Fondo Monetario Internazionale e dunque sulla scena mondiale.

Sarkoyzy ha dovuto agire in fretta, Dominique Strauss-Kahn si dimise per accuse di molestie sessuali.

Appena un mese dopo l'entrata in carica, il suo lavoro come ministro delle finanze aveva già gettato un'ombra sul suo mandato a Washington.

Un tribunale francese ha ordinato un'indagine sul coinvolgimento di Lagarde nello scandalo finanziario che ha coinvolto l'uomo d'affari Bernard Tapie.

Cinque anni dopo è stata giudicata colpevole di negligenza, ma il giudice si è rifiutato di imporre una sanzione.

All'FMI, il suo stile di leadership è stato descritto come carismatico.

Lagarde non avrebbe permesso all'FMI di partecipare a un pacchetto di salvataggio per la Grecia, ma avrebbe indirizzato il Fondo verso un salvataggio di oltre 50 miliardi di dollari in Argentina, che ora rischia di vacillare.

Recentemente, ha avvertito dei pericoli di una guerra commerciale e di valute tra Stati Uniti e Cina.

Lagarde al timone della Banca Centrale Europea? L'attuale presidente Mario Draghi l'ha definita "una scelta eccezionale".

Le altre notizie da Bruxelles

Gentiloni verso la nomina a commissario europeo

L'ex Premier Paolo Gentiloni verso la nomina a commissario europeo. La decisione arriverebbe a seguito della formazione del nuovo Governo a guida Conte con l'accordo tra il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle. Tra i fondatori del Partito Democratico Gentiloni è stato Presidente del Consiglio dal 2016 al 2018.

Le conseguenze del cambiamento climatico sull'agroalimentare:

I cambiamenti climatici potrebbero stravolgere l'intera industria agroalimentare dell'Unione Europea, secondo l'Agenzia europea dell'ambiente (AEA),

La produttività delle colture nei paesi del Mediterraneo dovrebbe diminuire mentre le regioni settentrionali e occidentali potrebbero sperimentare stagioni di crescita più lunghe e condizioni più adatte per l'agricoltura.