ULTIM'ORA

I robot non sostituiscono l'umano, lo integrano aiutandolo nei lavori più faticosi

I robot non sostituiscono l'umano, lo integrano aiutandolo nei lavori più faticosi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

"Credo che l'agricoltura di domani sarà diversa da quel che vediamo oggi, perché vedremo più tecnologia, vedremo più efficienza nell'uso delle risorse e cercheremo di introdurre sempre più sostenibilità con il passare del tempo". A dirlo è Andrea Gasparri, il coordinatore del progetto europeo Pantheon, nel cui ambito è stato progettato, tra le altre cose, un robot che punta a poter intervenire direttamente sulle singole piante anziché sprecare acqua e altre preziose risorse in trattamenti non mirati. "E il precision farming - spiega Gasparri - va proprio in questa direzione, non vuole solo migliorare la qualità, ma anche rendere l'intero processo più sostenibile dal punto di vista ambientale".

Il professore di Roma Tre, però, ci tiene a precisare che i macchinari non vogliono portare via il lavoro agli umani: "Quello che stiamo cercando di fare è aiutare agricoltori e agronomi a gestire un frutteto su scala più ampia, facendo per loro del lavoro che sarebbe noioso e impossibile da realizzare per qualcuno che volesse ampliare le dimensioni del proprio terreno. Non stiamo sostituendo la manodopera, stiamo fornendo strumenti per migliorare la qualità del lavoro degli agricoltori".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.