Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Caso Rackete, parla la difesa

Caso Rackete, parla la difesa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

CAROLA RACKETE è una persona che ha messo a repentaglio la vita sua, delle persone che avrebbe dovuto trarre in salvo e dei finanzieri che volevano impedirle di sbarcare o ha fatto quello che avrebbe dovuto, spinta dalla volontà di proteggere i migranti? Uno degli avvocati della giovane, che abbiamo incontrato, non ha dubbi.

"Riteniamo che ci siano gli elementi per arrivare a un'archiviazione del procedimento penale per il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, in quanto non ci sono dubbi sulla lettimità del salvataggio effetuato dalla dottoressa Rackete e dai suoi membri dell'equipaggio. Sicuramente il provvedimento di non convalida dell'arresto è fondamentale. Sta avendo un'eco mondiale, perché viene appunto riconosciuto che il comandante ha agito rispettando la legge, nonostante la grave accusa che le è stata effettuata".

Contiua l'avvocato Marino: "Se la Cassazione dovesse confermare il provvedimento del giudice di Agrigento, sarebbe un precedente storico che secondo noi potrebbe anche fare venire meno un eventuale processo penale nei confronti della Rackete per i reati contestati: la resistenza a nave da guerra e la resistenza a pubblico ufficiale. Questo è l'ennesimo caso di indifferenza dell'Europa, ma almeno se ne sta parlando. Il soccorso è avvenuto il 12 giugno, è passato un mese, e ancora parliamo di questo caso. Sicuramente, anche in virtù delle recenti parole del presidente della Commissione Europea, quello dell'immigrazione resta uno degli argomenti da trattare, da risolvere, e quanto meno si auspica una riforma su alcuni argomenti dalla Convenzione di Dublino, all'accoglienza dei migranti, che nella maggior parte dei casi arrivano sulle coste italiane e in particolare su quelle siciliane".