Maltempo in Grecia: stato d'emergenza in Calcidica

Maltempo in Grecia: stato d'emergenza in Calcidica
Dimensioni di testo Aa Aa

`Proclamato lo stato d'emergenza nella Calcidica, nel nord della Grecia, dopo la tempesta che ha messo in ginocchio una regione molto amata dai vacanzieri per le sue belle spiagge e il mare cristallino. Almeno sette i morti, di cui due bambini, oltre cento i feriti.

"Vengo qui da oltre 40 anni. Non ho mai visto niente di simile", racconta un testimone.

Sei delle vittime erano turisti. Fra questi un ragazzino di otto anni e una donna di 54 anni, entrambi romeni, rimasti schiacciati nel crollo di un tetto di un ristorante di un villaggio di Nea Plagia.

Il forte vento ha ribaltato una roulotte su cui viaggiava una coppia di anziani della Repubblica Ceca. Non ce l'hanno fatta a sopravvivere.

A Nea Potidaia un albero è caduto su padre e figlio, rispettivamente di 39 e due anni, provenienti dalla Russia. La settima vittima è un pescatore di 62 anni, il cui corpo è stato ritrovato in mare.

"Mio figlio era all'esterno, quando è scoppiata questa tempesta. Fortunatamente è riuscito ad entrare in tempo. Abbiamo subito danni ingenti, la grandine batteva contro le finestre, e ha continuato a scendere tutta la notte", dice una donna greca.

Per le persone delle aree colpite l'incubo continua. "Siamo completamente devastati. Non abbiamo elettricità, lottiamo con i generatori, non abbiamo neppure l'acqua", afferma un commerciante locale.

"Abbiamo cercato di trovare riparo negli armadi. Ci siamo rifugiati nel nostro negozio e portato dentro altra gente che era in strada. Era il caos, tutti correvano", racconta il collega.

Gli esperti parlano di evento inusuale, di una supercella, temporale meno frequente ma di forza maggiore.