Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

SeaWatch:'tornare in Libia?Meglio morire

SeaWatch:'tornare in Libia?Meglio morire
Uomo salvato a ministro tedesco, 'non è umano lasciarci in mare'
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 17 GIU – “Piuttosto che tornare in Libia,
preferirei morire. Preferirei dare la mia vita ai pesci
piuttosto che essere nuovamente torturato”. Questa la
testimonianza di Hermann, uno degli stranieri salvati a bordo di
Sea Watch, che si trova nelle acque a sud di Lampedusa a sei
giorno dal soccorso senza avere l’autorizzazione a sbarcare. “Vorrei chiedere a tutti – dice l’uomo in un ideo postato su
twitter dalla ong tedesca – una cosa semplice: chi non vorrebbe
essere libero nella sua vita? Chi vorrebbe soffrire per tutta la
sua vita?. Se oggi ci troviamo in questa situazione non è
perche’ noi vogliamo esserci, ma perchè ci siamo ritrovati” “Vorrei- prosegue Hermann – inviare un messaggio al ministro
dell’Interno tedesco: per favore, pensi alle vite che stiamo
conducendo. Non è umano lasciare le persone morire in mare.
Coloro che ci aiutano, coloro che ci salvano, non sono
criminali: salvano le nostre vite. Ci pensi, siamo tutti figli
dello steso Dio, dovremmo vivere insieme come amici, come
fratelli”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.