"DDR ha preferito amore tifosi a trofei"

"DDR ha preferito amore tifosi a trofei"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "De Rossi, come Totti, ha avuto la forza, e anche la debolezza se vogliamo, di stare sempre nella stessa città. Nel calcio moderno difficilmente esisterà ancora tutto questo. Hanno preferito l'amore della gente a qualche trofeo in più". Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, all'indomani della partita di addio di Daniele De Rossi alla Roma. "Ieri è stata una giornata di sport - ha sottolineato il capo dello sport italiano a margine della cerimonia di consegna del Premio Bearzot organizzato dall'Us Acli - un evento in cui il calcio c'era ma era soprattutto una storia umana. Mi ricorda anche l'addio di Maldini, Zanetti, Del Piero e Totti. Ho molto apprezzato che sia venuto apposta Gigi Buffon a rendere omaggio. De Rossi era il più giovane ai mondiali del 2006, in Italia lui e Buffon probabilmente non giocheranno più, parliamo di una generazione di atleti che hanno reso grande l'Italia".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco

Meloni annuncia il rientro di Chico Forti: chi è l'ex velista condannato all'ergastolo negli Usa