ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Razzi su Israele, bombardamenti su Gaza

Razzi su Israele, bombardamenti su Gaza
Dimensioni di testo Aa Aa

È salito ad almeno 26 morti, 4 israeliani e 22 palestinesi, il bilancio della nuova escalation di violenza tra Israele e Gaza. Per tutta la giornata di domenica sono continuanti i lanci di razzi di Hamas nelle zone israeliane attorno alla Striscia e i bombardamenti israeliani su Gaza.

Benyamin Netanyahu ha dato istruzione alle forze armate di "proseguire con gli attacchi e ha inviato alla frontiera la 7a Brigata corazzata con eventuali "compiti offensivi" anche al di là del territorio israeliano. Oltre questa unità di elite, l'esercito ha dispiegato anche la Brigata di fanteria Golani.

Netanyahu: "Hamas pagherà un prezzo alto"

"Hamas - ha detto il premier - è responsabile non solo dei propri attacchi, ma anche di quelli della Jihad islamica e per questo pagherà un pezzo pesante".

La decisione di Netanyahu è stata ratificata anche dal Consiglio di difesa svoltosi oggi a Tel Aviv per 4 ore. La situazione è quindi in rapido deterioramento, tanto che l'inviato dell'Onu in Medio Oriente Nickolay Maldenov e il ministro degli esteri della Ue Federica Mogherini hanno chiesto un ritorno alle intese precedenti l'attuale ondata di violenze.

Un esponente di Hamas tra le vittime

Sono più di 700 i razzi e i colpi di mortaio sparati dai palestinesi su Israele a partire da sabato, la maggior parte dei quali intercettati dal sistema antimissilistico, mentre sono quasi 300 gli obiettivi dei pesanti bombardamenti israeliani.

Tra le vittime della rappresaglia israeliana c'è anche un esponente di Hamas, Hamed al-Hudari, obiettivo di un raid mirato: è stato colpito da un razzo mentre era a bordo di un automobile. Il portavoce dell'esercito israeliano ha detto che al-Ghudari era "responsabile del trasferimento di denaro dall'Iran alle organizzazioni terroristiche della striscia di Gaza".