ULTIM'ORA

I Popolari Europei si preparano alle elezioni Ue. Weber in corsa per la Commissione

I Popolari Europei si preparano alle elezioni Ue. Weber in corsa per la Commissione
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

In questa edizione di The Brief From Brussels :

Le attività del Parlamento europeo sono in pausa mentre i candidati si preparano alle elezioni europee di maggio.Negli ultimi 20 anni il più grande gruppo politico al Parlamento europeo è stato il Partito popolare europeo.

Nelle elezioni del 2014 il Ppe è riuscito a conquistare 265 seggi dei 751 del Parlamento.

Questo ha portato il loro candidato Jean-Claude Juncker ad assumere la carica di Presidente della Commissione Europea.

Questa volta, se i Popolari Europei otterranno piu' seggi degli altri partiti, sarà il leader del gruppo, Manfred Weber, a diventare presidente della Commissione europea .

Durante le elezioni europee del 2014, i candidati dei Cristiano democratici tedeschi hanno ottenuto circa un terzo dei seggi del Paese.

In Francia il piu' votato è stato il partito repubblicano.

I Popolari hanno avuto buoni risultati anche in Polonia, Portogallo e Ungheria. Il Ppe ha ottenuto il maggior numero di seggi in 18 paesi votanti .

Non è andato molto bene invece nei paesi nordici, però, durante questo mandato europeo c'è stato solo un deputato danese conservatore del Partito popolare europeo.

In quanto partito di centro-destra fondato su valori conservatori e cristiano-democratici, i Popolari si concentrano su misure per la crescita economica e l'occupazione con il rafforzamento del mercato unico europeo.

Oltre a Jean-Claude Juncker, che presiede la Commissione europea, il Parlamento europeo è stato guidato dal membro italiano dei Popolari Antonio Tajani. E il Consiglio europeo è stato presieduto da Donald Tusk che appartiene a un partito polacco del PPE .

Il primo ministro greco Alexis Tsirpas ha etichettato l'EPP come"anti-greco" e chiede alle correnti verdi e di sinistra in tutta Europa di unirsi in un nuovo gruppo per sfidare il potere del gruppo di centro destra.

I popolari chiedono un sistema piu' equo di condivisione del carico in materia di immigrazione e di prevedere ulteriori risorse per Frontex, Agenzia Ue per il controllo ai confini.

I leader dei popolari hanno sospeso il partito ungherese Fidesz dal gruppo, dopo che il Premier Viktor Orban ha promosso una campagna con poster che accusano Bruxelles e Junker di incentivare i flussi migratori nel suo Paese.

"Dopo le elezioni vedremo che direzione prenderanno i Popolari. Adesso sembrano andare verso sinistra, con posizioni piu' liberali, verso un'egemonia europea e un'Europa degli immigrati. Se andrà cosi' , potete star certi che non saremo con loro "ha affermato il Premier Viktor Orban.

Si prevede che il PPE rimarrà il gruppo più grande nel Parlamento europeo dopo le elezioni di maggio ma se otterrà nuovamente la presidenza di tutte e tre le più potenti istituzioni europee dipenderà da come si coalizzeranno gli altri gruppi politici.

Gli ultimi aggiornamenti:

I dazi americani non spaventano l'Ue

Le crescenti tensioni commerciali potrebbero colpire gli Stati Uniti piu' dei loro rivali, lo sostiene una ricerca della Banca Centrale Europea.Ad esempio, i dazi americani sulle auto avrebbero un impatto limitato nella zona euro. Dall'anno scorso i dazi per i veicoli sono già stati sospesi in tutta l'Unione Europe.

Weber promette: "No al Nord Stream "

Manfred Weber, il principale candidato per i Popolari Europei, ha promesso di opporsi al progetto del gasdotto Nord Stream 2 qualora venisse eletto presidente della Commissione europea. In contrasto con il governo tedesco.Secondo Weber, il Nord Stream non sarebbe nell'interesse dell'Europa, poiché aumenterebbe la dipendenza dal gas dalla Russia.

Euronews incontra gli Spitzenkandidaten

Le elezioni europee si avvicinano e Euronews incontrerà i candidati alla presidenza della Commissione Europea. I primi saranno Ska Keller dei Verdi e Frans Timmermans dei Socialisti.

Cosa chiedereste al futuro Presidente della Commissione Europea?

Scrivetici a:

rawpol@euronews.com

#rawpolitics.

Facebook.com/euronews

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.