ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Favore ricambiato 140 anni dopo: la città ungherese che aiuta Notre-Dame

Favore ricambiato 140 anni dopo: la città ungherese che aiuta Notre-Dame
Diritti d'autore
REUTERS/Philippe Wojazer/Pool
Dimensioni di testo Aa Aa

Diverse città ungheresi hanno offerto il loro contributo economico per la ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame de Paris dopo l'incendio. Nel Paese magiaro questa generosità è anche un modo per ricambiare un favore... di 140 anni fa.

Nel 1879, infatti, la città di Szeged è stata quasi completamente distrutta da un'inondazione: gli argini del fiume Tisza non sono riusciti a contenere le acque e uccisero più di cento persone, lasciando migliaia di ungheresi senza casa.

In quella circostanza, la municipalità ricevette donazione da ogni parte del mondo per ricostruire le parti distrutte della città che da 60mila abitanti ora è arrivata a contarne 150mila. Nella lista dei generosi donatori c'era anche la Francia, anche se non è chiaro quanti furono i soldi offerti in quell'occasione.

Szeged

Mentre la televisione trasmetteva le immagini della cattedrale parigina in fiamme, i funzionari della città di Szeged hanno deciso che era il momento di ricambiare quell'antico favore e hanno raccolto la somma di 10mila euro per partecipare ai lavori di ripristino.

Subito dopo si è accodato il municipio magiaro di Székesfehérvá, promettendo altri 10mila euro.

"Siamo vicini alla tragedia di Parigi", ha scritto il sindaco di Székesfehérvá, András Cser-Palkovics, su Facebook. "Crediamo che i suoi abitanti sapranno ricostruire la cattedrale con collaborazione e impegno. L'idea di un'unità europea che si basa sulla cultura cristiana ci appartiene".

Le donazioni dell'Ungheria si sommano a quelle di tanti altri personaggi d'alto profilo che, nel corso di poche ore, hanno promesso diverse centinaia di milioni di euro.

Notre-Dame, 10 cattedrali e chiese che sono risorte dalle ceneri