ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corpo carbonizzato: 2 fermati in carcere

Corpo carbonizzato: 2 fermati in carcere
Disposta misura cautelare.Terzo deve essere estradato da Francia
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - MILANO, 3 APR - Restano in carcere i due colombiani, uno di 21 anni accusato di omicidio aggravato dalla crudeltà e l'altro di 38 anni accusato di soppressione e vilipendio di cadavere, fermati nei giorni scorsi nell'inchiesta della Procura di Milano sul corpo mutilato e carbonizzato trovato sabato scorso vicino ad un gabbiotto di rifiuti nel quartiere Bovisasca del capoluogo lombardo. Lo ha deciso il gip Manuela Scudieri convalidando i fermi e disponendo la custodia cautelare, come richiesto dal pm Paolo Storari. Un terzo colombiano, anche lui 21enne, è stato, invece, fermato ieri in Francia, vicino a Parigi, e dovrà essere estradato in Italia. Il pm nella richiesta di custodia in carcere per i primi due fermati, accolta dal giudice, ha evidenziato per i due i pericoli di reiterazione del reato, fuga e inquinamento probatorio. Gli inquirenti sono riusciti a dare un nome alla vittima, ventenne colombiano, anche se sono in attesa degli ultimi riscontri per la certezza.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.