ULTIM'ORA

Brexit, cittadini confusi chiedono una soluzione

Brexit, cittadini confusi chiedono una soluzione
Dimensioni di testo Aa Aa

"Aiutami, Jeremy": sui giornali inglesi campeggia la notizia della mano tesa di Teresa May ai laburisti, pur di cercare in extremis un'intesa per evitare il "no deal".

I cittadini ne parlano, si interrogano, non nascondono la confusione e neanche la rabbia.

L'interrogativo diffuso tra la gente: Brexit, come si esce da questo caos?

"È stato un tentativo di unità nazionale - commenta un cittadino - non riesco a vedere alcun ammutinamento. A mio avviso, è l'unica cosa che si può fare, ma non riesco a vedere una soluzione in questo caos. Quindi, grazie mille David Cameron".

E anche questa donna, intervistata, non nasconde la sua rabbia: "Sarebbe stato accettabile se tutto questo fosse avvenuto subito dopo il referendum; avrebbero dovuto parlare di tutto questo, discutere di tutto questo e poi decidere se potevano andare avanti o no. Certamente non dovevano trascinare questa storia per così tanto tempo e poi, all'ultimo minuto, iniziare a muoversi. ""

Infine, c'è anche chi non crede in tutti gli ultimi tentativi di compromesso: "Voglio dire che si stanno solo prendendo in giro da soli, non riescono a decidersi: è tutto solo un totale macello".

Attesa e confusione

C'è attesa e confusione nel Regno Unito: ci si chiede se sia davvero possibile un accordo tra May e Corbyn e soprattutto cosa porterà tutta questa storia, iniziata ben tre anni ma dal finale ancora incerto.

Si tentano strade diverse. Tra le altre, alla Camera - come evidenzia l'Ansa - arriva in queste ore una proposta di legge 'anti-no deal', che imporrebbe al governo la richiesta di un'ulteriore proroga della Brexit di fronte all'eventuale rischio di un divorzio senza accordo.

Una proposta patrocinata dalla deputata laburista Yvette Cooper e dal conservatore moderato Oliver Letwin, come una sorta di ultima spiaggia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.