ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cittadinanza, in Europa è un affare da eroi?

Cittadinanza, in Europa è un affare da eroi?
Diritti d'autore
REUTERS/Yara Nardi
Dimensioni di testo Aa Aa

"È come se fosse mio figlio e ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese" così il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha annunciato che avvierà l'iter per concedere la cittadinanza italiana a Ramy, il giovane di origini egiziane che ha salvato i compagni dall'attentato sul pullman, il 21 marzo nell'hinterland milanese.

L'ufficialità arriverà oggi, quando saranno ricevuti al Viminale cinque studenti e dodici carabinieri che giovedì sono intervenuti, evitando il peggio per i 50 ostaggi. A diventare cittadino italiano "per meriti speciali" sarà non solo Ramy ma anche il suo compagno Adam El Hamami, figlio di immigrati marocchini. Entrambi sono riusciti a nascondere il cellulare e hanno dato l'allarme prima che l'autista, dopo aver dirottato il veicolo, lo desse alle fiamme. Per l'attentatore Ousseynou Sy invece il ministro Salvini vuole l'espulsione dall'Italia.

La mamma di Ramy, "non abbiate paura di questi bambini"

La mamma di Ramy ha detto all'Ansa: "Io ringrazio l'Italia e tutte le persone che hanno permesso questo, ma dico anche che bisognerebbe riconoscere la cittadinanza ai bambini che nascono qui. Lasciamo stare noi genitori, non fa niente, per noi è andata così: ma non c'è da aver paura di questi ragazzi che crescono da italiani".

Alla domanda se i suoi figli si sentono italiani, ha risposto: "Tantissimo e ci tengono. Non rinnegano le loro radici, ma anche a casa parlano solo in italiano. In Francia li chiamavano 'gli italiani'. Da noi pasta, passata di pomodoro e basilico non mancano mai, io ho imparato a fare le lasagne e il tiramisù".

La cittadinanza per i giovani, una questione 'da eroi'

Per diventare cittadini europei, forse fare gli eroi non è indispensabile ma aiuta: lo sa bene anche Mamoudou Gassama, di origini malesi e ora francese.

Un anno fa ha salvato un bambino che rischiava di cadere dal quarto piano, a Parigi. 23 anni, all'epoca irregolare sul territorio francese, Mamodou non ha esitato quando ha visto il piccolo aggrappato a un balcone e si è arrampicato per quattro piani salvandogli la vita. Emmanuel Macron gli ha conferito la cittadinanza. "E' un atto eccezionale, che merita una decisione eccezionale", aveva detto il presidente della Repubblica.