ULTIM'ORA

Crimea: Putin ha inaugurato due centrali termoelettriche nel quinto anniversario dell'annessione

Crimea: Putin ha inaugurato due centrali termoelettriche nel quinto anniversario dell'annessione
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il 18 marzo di cinque anni fa la Russia annetteva la Crimea con un'invasione militare seguita da un controverso referendum non riconosciuto dalla comunità internazionale. È quindi una data altamente simbolica quella scelta da Vladimir Putin per inaugurare due nuove centrali termoelettriche nella penisola. Il presidente russo si è recato personalmente alla cerimonia di inaugurazione della centrale di Sebastopoli e ha assistito in videoconferenza a quella di Simferopoli.

"Oggi - ha detto Putin - abbiamo fatto un altro passo avanti per rafforzare la sicurezza energetica della Crimea e di tutto il sud della Federazione Russa, per lo sviluppo dell'economia e delle infrastrutture della regione".

Le due centrali, stando al Cremlino, daranno "piena indipendenza energetica alla Crimea" che fino ad oggi riceveva l'80% della sua elettricità dal territorio ucraino controllato dal governo di Kiev. Entrambe erano attive dall'inizio dell'anno ma ora funzioneranno a pieno regime.

Federica Mogherini ha ribadito come quella della Crimea resti una ferita aperta. "L'Unione europea - ha detto la responsabile della diplomazia europea - mantiene il suo fermo impegno a favore della sovranità e dell'integrità territoriale dell'Ucraina. Continueremo a non riconoscere questa annessione illegale e a condannare la violazione del diritto internazionale".

Nel 2014 l'annessione della Crimea attirò le ire e le sanzioni di Unione europea e Stati Uniti ma, allo stesso tempo, fece schizzare alle stelle la popolarità di Putin in patria. Ecco perché la visita del presidente appare a molti analisti come un tentativo di rilanciare la propria immagine dopo il calo negli indici di gradimento causato dall'aumento dell'età pensionabile annunciata la scorsa estate.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.