Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

"Farde-moi", la danza delle identità in scena a Lione

"Farde-moi", la danza delle identità in scena a Lione
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un fiocco di neve o di cotone, una nuvola o zucchero filato. Così vedono l'identità Francesco e Maxime, due giovani coreografi - uno italiano, l'altro francese - in "Farde-moi", produzione che va in scena questa sera a Lione, al teatro Le Croiseur, nell'ambito del festival "Impulsion".

"Nasce dall'urgenza comunitaria di andare al di là delle differenze", spiega ai nostri microfoni il coreografo Francesco Colaleo. "L'universo è tutto bianco, nell'idea occidentale - ma anche orientale - che il bianco, che la tavolozza bianca possa accogliere tutte le sfumature, tutti i colori".

?Finalmente il teaser ufficiale di Farde-Moi ? - siamo emozionati e felici, perché una creazione è sempre un atto...

Publiée par Cie MF sur Lundi 3 septembre 2018

Ma parlare di identità significa parlare anche di incontro di culture. Francesco e Maxime si sono conosciuti a Parma. La loro compagnia ha sede a Lione, ma lavorano molto in Italia.

"Può essere un po' più semplice per i giovani coreografi in Italia, perché ci sono degli aiuti erogati dal ministero della Cultura per i coreografi di meno di 35 anni", dichiara Maxime Freixas, coreografo transalpino. "Quindi i teatri e i festival tendono a chiamare più facilmente i giovani coreografi, ma penso che in Francia vada meglio nel lungo periodo".

Lo spettacolo è dedicato alla memoria di una giovane collega di Francesco e Maxime, Francesca Cerati, scomparsa proprio un 8 marzo. Una tragica coincidenza, mentre una fortunata coincidenza è il fatto che uno spettacolo che parla d'identità, quindi anche di genere, vada in scena proprio nella giornata della donna.

Francesca Cerati