ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Trasparenza" parola d'ordine al summit Vaticano sugli abusi sessuali

"Trasparenza" parola d'ordine al summit Vaticano sugli abusi sessuali
Dimensioni di testo Aa Aa

"Trasparenza". E' quanto chiedono le persone riunitesi lunedì a Piazza San Pietro, fuori dalla Sala stampa vaticana, dove si è tenuta la conferenza di presentazione del summit in programma questa settimana, denominato "La protezione dei minori nella Chiesa". In Vaticano i presidenti delle conferenze episcopali di tutto il mondo discuteranno sullo scottante tema degli abusi sessuali e della pedofilia nella chiesa. E la parola d'ordine, ancora una volta è "trasparenza".

"Che si tratti di complicità criminale o maliziosa e di un codice di silenzio o di negazione, che è un trauma nel suo stato primitivo, dobbiamo allontanarci da questo ed è per questo che il terzo giorno di questo importante summit sarà incentrato sulla trasparenza", ha dichiarato mons. Charles Scicluna, uno degli organizzatori della conferenza. "La trasparenza deve infrangere qualsiasi codice di silenzio, qualsiasi complicità con diniego e dobbiamo affrontare i fatti perché solo la verità, solo i fatti e il confrontarci con i fatti ci renderanno liberi".

Papa Francesco ha descritto il vertice, da lui stesso convocato dal 21 al 24 febbraio, come un "atto di forte responsabilità pastorale" e ha inoltre parlato della "protezione dei minori nella Chiesa come sfida urgente del nostro tempo".