ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sale il bilancio delle vittime del palazzo crollato negli Urali

Sale il bilancio delle vittime del palazzo crollato negli Urali
Dimensioni di testo Aa Aa

I soccorritori al lavoro tra le macerie del condominio crollato nella città di Magnitogorsk, negli Uràli, hanno recuperato il 37esimo cadavere, secondo un comunicato del ministero delle Emergenze russo. Da quello che resta dell'edificio martedì era stato miracolosamente salvato un neonato di undici mesi, rimasto per 35 ore sotto la sua culla e localizzato grazie al suo pianto a dirotto.

Continuano anche le indagini per accertare le cause dell'incidente. Secondo l'ipotesi prevalente all'origine dell'esplosione che ha parzialmente distruto il condominio di 10 piani, abitato da 120 persone, ci sarebbe stata una fuga nella rete di distribuzione del gas, che avrebbe originato una prima esposione all'interno di un appartamento, provocando quindi il cedimento del soffitto e il crollo dell'intero edificio.