Brexit: come funziona la mozione di sfiducia contro Theresa May?

Brexit: come funziona la mozione di sfiducia contro Theresa May?
Diritti d'autore
Reuters
Dimensioni di testo Aa Aa

Il partito conservatore britannico ha presentato una mozione di fiducia contro Theresa May per la sua gestione dell'accordo sulla Brexit con l'Unione europea. May ha risposto dicendo che si difenderà con tutte le sue forze.

Perché il suo partito vuole che venga rimossa?

I Tories rimproverano a May la cattiva gestione dell'accordo sulla Brexit. Ritengono che la Commissione europea abbia il coltello dalla parte del manico e che potrebbe bloccare il divorzio.

La premier è stata criticata soprattutto per l'intesa sul meccanismo di backstop, che può essere definito come una soluzione di sicurezza per garantire un confine non rigido tra Irlanda e Irlanda del Nord.

La mozione di sfiducia è stata presentata dopo che Graham Brady, presidente del gruppo parlamentare del partito conservatore alla Camera dei Comuni, ha ricevuto le 48 lettere - il 15% dei deputati Tories - necessarie per avviare il procedimento.

Quando si vota?

Il gruppo parlamentare del partito conservatore alla Camera dei Comuni ha annunciato che la votazione si svolgerà tra le 19 e le 21 di oggi, subito dopo il discorso di Theresa May. La procedura è privata, ma il risultato del voto sarà reso pubblico immediatamente.

Quanti voti ci vogliono perché la mozione di sfiducia venga approvata?

Affinché la mozione di sfiducia venga approvata è necessario che più della metà dei 315 conservatori della Camera votino contro il primo ministro. May ha bisogno del sostegno di almeno 158 deputati (il 50%). Se la mozione non dovesse passare, i conservatori non potranno presentarne un'altra prima di un anno.

Cosa succede se May perde?

In caso di sconfitta May dovrà rassegnare le dimissioni e sarà lanciata la campagna per eleggere un nuovo leader. Graham Brady ha detto che, nel caso la mozione dovesse passare, il processo per l'elezione di un nuovo leader conservatore potrebbe essere completato nel giro di 10 giorni.

Chi la sostituirebbe?

I favoriti alla successione della premier sono l'ex ministro degli Esteri Boris Johnson, il grande rivale di May, l'ex ministro per la Brexit Dominic Raab, che si è dimesso in polemica con la premier, e i deputati conservatori Sajid Javid e Jacob Rees-Moog.

Cosa dicono i bookamer?

Secondo il noto bookmaker Paddy Power, May ha buone possibilità di uscire indenne dal voto di stasera, anche se gli esperti ritengono che un gran numero di voti contrari potrebbe indebolire la sua posizione.