ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Russia il futuro nasce dagli asili multilingue

Lettura in corso:

In Russia il futuro nasce dagli asili multilingue

In Russia il futuro nasce dagli asili multilingue
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti i motivi per imparare una lingua straniera da bambini

Fin dai piccoli, iniziamo a conoscere il mondo che ci circonda. E questi primi passi sono molto importanti. Gli esperti sostengono che le conoscenze di base che acquisiamo negli anni prescolari possono influenzare le nostre scelte future in fatto di lavoro. carriera, attività sociali e comportamentali. Ma a quale età i bambini riescono già ad apprendere le lingue straniere o a capire le nuove tecnologie? In ogni paese gli approcci per l'educazione prescolare sono molto diversi.

Asili multilingue in Russia

In Russia gli asili multilingue, dove i bimbi possono imparare fino a due lingue straniere, oltre alla loro lingua madre, sono molto popolari. Come funziona questa tecnica? Janna Sugak, direttrice della scuola materna "La chiave d'oro" ci spiega che in questa età l'apprendimento della lingua straniera non riguarda l’esecitazione, perchè questo approccio in realtà non funziona. "Dobbiamo creare una situazione di gioco di ruolo, per creare un ambiente linguistico adeguato e adattato alla comprensione dei bambini. In questo modo i bambini agiranno in modo reattivo e si sentiranno allo stesso livello degli adulti ".

Questo aiuta a sviluppare un primo vocabolario passivo che poi sarà molto rapidamente anche attivo. Non si tratta solo di comunicare con il mondo esterno, dicono gli esperti.

L'apprendimento di lingue diverse aiuta i piccoli a stimolare l'attività cerebrale. Un approccio che sta diventando sempre più popolare non solo in Russia ma anche all'estero. Ci sono più di 8500 scuole materne e scuole multilingue russe in tutto il mondo: Europa, Asia, America Latina. "Abbiamo sviluppato una nostra metodologia adeguata che può essere utilizzata ovunque. Imparare 3 o anche 4 lingue straniere non è affatto un problema. Inoltre aumenta la loro volontà di studiare altre materie. Diciamo che la mattina su inizia con l’inglese, poi ci sono lezioni di danza o di teatro in francese, e alla fine i bambini giocano usando una terza lingua”, sottolinea Alexander Adamsky, dell' "Eurek Institute".

Progetto Kvantorium: apprendere e divertirsi

Ma che dire delle scienze tecniche e delle nuove tecnologie? A Kaliningrad abbiamo visitato uno dei cosiddetti centri di istruzione scolastica alternativi, in cui i bambini possono imparare le basi della robotica, della codifica e molto altro. Sono gratuiti e accessibili a tutti. Non si tratta di una scuola comune. L'approccio verso i bambini è completamente diverso. Il programma "Kvantorium" è stato lanciato in Russia due anni fa. Oggi ci sono più di 80 centri educativi in tutto il paese con più di 100 mila alunni. Gosha, 12 anni, ci dice che come compito dovevano creare un robot-guida per un museo locale nella nostra città. Hanno realizzato un prototipo e ora devono eseguire il debug."

Questi centri'Kvantorium' sono aperti ai bambino dall'età di 11-12 anni. Non c'è una pre-selezione speciale. L'unica condizione è che i giovanissimi studenti devono lavorare in team. E molti di questi progetti sono davvero interessanti. Come una specie di distributore automatico per i senzatetto che con l'aiuto della tessera dei servizi sociali può distribuire prodotti igienici di base o cibo. Quelle macchine possono essere installate ovunque. E poi ci sono occhiali particolari fatti non sono per guardare film in 3D, ma anche per aiutare le persone non vedenti a superare gli ostacoli in strada. I tutor sono presenti solo per dare le giuste direttive. Ma sono i bambini che devono riuscire a portare avanti i loro progetti dall'inizio alla fine.

Bimbi più intelligenti, più felici e con maggiori opportunità nella vita

Un progetto che ha portato a sviluppare centri mobili per aree remote in modo che anche i bambini che vivono in regioni lontane possano avere accesso alle nuove tecnologie: "Non ci sono altri progetti simili al nostro programma educativo "Kvantorium" in nessuna altra parte del mondo. Abbiamo però una forte richiesta da parte di 20 paesi quindi, insieme a al governo russo prevediamo che nel 2019 due di questi centri mobili andranno anche all'estero", conclude Marina Rakova. Fondatrice rete di tecnoparchi "Kvantorium".