La sfida dei Verdi europei alle elezioni di maggio

La sfida dei Verdi europei alle elezioni di maggio
Dimensioni di testo Aa Aa

Si preparano e sono determinati, forti di alcuni successi elettorali che ne hanno alzato le quotazioni: i Verdi europei guardano con fiducia alle elezioni del prossimo maggio.

Gli ambientalisti hanno scelto Ska Keller della Germania e Bas Eickhout dei Paesi Bassi per guidare la campagna elettorale.

"Credo che sempre più persone si rendano conto dell'urgenza della questione cambiamenti climatici - commenta Bas Eickhout al Congresso dei Verdi - ma penso che il problema più grande sia che i partiti di centro sono al governo da tanti decenni in Europa. Si tratta di un problema perché queste forze sono bloccate da meccanismi politici e non lavorano per trovare soluzioni. Ed ecco che arrivano i Verdi. Sappiamo che lo status quo deve cambiare, ma con una risposta progressista e ottimista: questo è ciò che i Verdi offrono".

Bas Eickhout Verdi europei

Aspettative alte, insomma, per i Verdi europei dopo le vittorie alle urne di quest'autunno nei Länder tedeschi, ma anche in Belgio e Lussemburgo.

"Come Verdi siamo molto felici di aver condotto un paio di elezioni con grande successo - dice Ska Keller - stiamo andando molto bene e anche nei posti in cui non stiamo facendo altrettanto bene possiamo vedere che c'è un miglioramento e che abbiamo davvero i piedi ben saldi per terra, anche in terreni difficili. Naturalmente tutto questo ci dà responsabilità a livello europeo".

Ska Keller Verdi europei

La lettura di Grégoire Lory di Euronews:

"I Verdi erano molto positivi in relazione al lancio della campagna elettorale. Si preparano ad essere il bersaglio dei loro oppositori nelle settimane a venire. Ma per ora il partito spera di fare dell'onda verde la grande sorpresa delle prossime elezioni europee".